ONDA D’URTO è un movimento spontaneo sorto in ambito regionale per iniziativa di gruppi di bikers dediti maggiormente all’escursionismo locale, il cui obiettivo è principalmente quello di far conoscere le innumerevoli meraviglie della Calabria, in primis…… ai calabresi!

Nell’inverno del 2009, tali gruppi, consapevoli dei limiti derivanti dal proporre annualmente iniziative ad essi direttamente riconducibili e spesso operanti in maniera stagna e disarticolata nei rispettivi comprensori di appartenenza, maturano il proposito di pianificare un calendario annuale di raduni itineranti in mountain bike, da tenersi presso note località selezionate sulla base di criteri di pregio ed alto interesse naturalistico, ambientale, storico, archeologico, nonché gastronomico.

Una sorta di consorzio su base territoriale e a carattere sportivo, finalmente germogliato tra appassionati corregionali molto legati alla propria terra ed alla millenaria cultura che essa esprime e che, avvalendosi della comune passione per la disciplina del mountain bike, decidono di testimoniarne con sano entusiasmo la piena appartenenza, presentando senza remore il secolare ed immutabile identikit etnico – culturale.

I bikers calabresi si accordano così di distribuire in tutta la Calabria i diversi eventi in maniera geograficamente bilanciata e, affidandosi ad un coordinatore che stilerà un protocollo di base, si impegnano ad osservare negli anni un principio di turnazione ed avvicendamento nell’assegnazione delle tappe previste in calendario, senza essere ripetitivi, fin quando possibile!

Con tale semplice formula e con modalità di partecipazione del tutto popolari, ONDA D’URTO continua a registrare un incremento di partecipazione con l’adesione di sempre nuovi gruppi – se ne contano ormai circa quaranta, suscitando altresì la curiosità e l’interesse non solo degli appassionati dell’escursionismo in bici, ma anche di associazioni, media e istituzioni locali.

La quarta edizione ha registrato per la prima volta la copertura di tutte le province calabresi, nonché lo “sconfinamento” in Basilicata.

La quinta edizione, ovvero il calendario 2013, prevede anche due “sbarchi in Sicilia”.

Ad oggi, prima del taglio del nastro per l’anno corrente, i bikers calabresi hanno potuto visitare, conoscere ed apprezzare, grazie ad ONDA D’URTO, ben quaranta località calabresi e la rinomata sede turistica di Maratea!

Un autentico bagaglio culturale ed una solida rete di conoscenze ottenuti mediante l’utilizzo condiviso di un semplicissimo strumento di sport e svago qual è la MTB!

E la favola continua……..