DISPOSIZIONI GENERALI DI BASE

Al fine di garantire la piena omogeneità di ogni proposta l’associazione organizzatrice di tappa vorrà attenersi alle seguenti norme:

  1. quota di iscrizione: euro 5.00 ( la quota è raddoppiata per i bikers non tempestivamente iscritti sul sito ufficiale);
  2. accoglienza con rinfresco e colazione tipici, all’atto dell’iscrizione;
  3. consegna del pacco benvenuto contenente tipicità gastronomiche locali o gadgets artigianali e/o pubblicazioni riguardanti realtà locali di interesse e rilievo, nonché la mascherina evento per la bici, da valere quale attestato di partecipazione;
  4. saluti e presentazione della tappa;
  5. allestimento di ristoro o ristori intermedi;
  6. assistenza tecnica e medico-sanitaria durante il percorso, avvalendosi anche di veicoli
  7. adeguati (fuoristrada, ambulanza, quad, moto, altro…) nonché di corpi ausiliari (polizia municipale, carabinieri, guardie forestali, protezione civile, Pro Loco…) a garanzia del fattore sicurezza e del regolare svolgimento della tappa;
  8. copertura assicurativa obbligatoria dell’evento; è possibile avvalendosi della convenzione stipulata da Onda d’Urto per l’anno 2018 col  C.S.A.In, ente di promozione sportiva riconosciuto dal CONI (Contatti: Comitato Reggio Calabria);
  9. package di interesse naturalistico – culturale per eventuali accompagnatori;
  10. ricettività convenzionata per i bikers che arrivano sul posto nella giornata di sabato;
  11. predisposizione di aree o strutture attrezzate per camper e tende da campeggio;
  12. servizio docce e bike wash
  13. traccia GPS della tappa preferibilmente in formato GPX o KML
  14. ristoro finale con pranzo a base di prodotti tipici ( min. 15,00 – max 20,00 euro) o pasta party o altro ancora (solo se finalizzato a contenere i costi della partecipazione);
  15. saluti finali

INOLTRE

  1. La ristorazione, dovrà rivestire carattere squisitamente sociale, coinvolgendo possibilmente, magari in luogo pubblico o quanto meno aperto al pubblico, amministrazioni comunali, enti, associazioni di volontariato e quant’altro che possa seriamente supportare l’offerta della tipicità e della genuinità delle degustazioni.
  2. L’associazione che si vedrà assegnata la tappa dovrà contribuire alla copertura delle spese annuali di gestione dell’ APS, destinandole la quota di euro 100,00, pur occupandosi, in piena autonomia e libertà di individuarne la fonte di approvvigionamento, pubblica o privata e garantendo in ogni caso il rispetto del protocollo di base sopra descritto ai bikers partecipanti.
  3. Gli organizzatori vorranno dare risalto alla manifestazione a mezzo stampa, social, internet – prima, durante e dopo – coinvolgendo, ove possibile, network ed autorità locali, seguendo le direttive promozionali e grafiche fornite dall’APS Onda d’Urto.
  4. Si consiglia infine l’impiego di walky-talky e di apparecchiature foto/video durante la manifestazione.

Aspetti tecnici

  1. Lunghezza del percorso: 35 – 50 km
  2. Difficoltà tecnica ed atletica : media e non oltre
  3. Durata max consigliata : 200 minuti di sella
  4. Altimetria max consigliata: 1.500 mt

Consigli utili e regole comportamentali del biker ondadurtista

  1. Adeguata preparazione atletica, trattandosi di escursioni ove è richiesto un discreto impegno fisico;
  2. controllo generale preventivo della bicicletta;
  3. uso del casco obbligatorio. Si consiglia l’uso di guanti e occhiali, zaino a spalla, mantellina e mini tools, camera d’aria di scorta, kit di primo soccorso, borraccia;
  4. stile di guida regolare e rispettoso degli altri bikers e delle regole del codice della strada, evitando ogni esposizione a rischio dell’incolumità fisica propria ed altrui;
  5. pronta attenzione e disponibilità di intervento in presenza di eventuali stati di difficoltà o necessità varie di aiuto degli altri bikers partecipanti;
  6. comportamento corretto verso tutti in ogni circostanza, curando di procedere tutti insieme ad andatura da escursione, senza creare frammentazioni arbitrarie del gruppo;
  7. si lascerà primeggiare lo spirito di aggregazione, trattandosi di raduni itineranti, e non essendo previsti premi o altri riconoscimenti al primo arrivato, né penalità o squalifiche per l’ultimo biker arrivato;