Ti trovi in: Home Page  \ Tappe
Le tappe della stagione 2013 di ONDA D'URTO.
Per ogni tappa, in prossimità della data dell'evento, sarà possibile pre-iscriversi tramite la scheda da compilare direttamente on line.


Raduno ore 8.00 c/o approdo Caronte

Percorso
Dagli imbarcaderi della caronte si salirà in direzione Monte Ciccia, attraverso l'ultima sughereta della città, per poi gustarsi in cima una spettacolare vista sullo Stretto: la Falce, i due Piloni, la costa Calabra. Abbandoneremo le querce da sughero per immergerci tra i castagni del bosco di Salice, raggiungeremo Portella S.Rizzo, la porta dei peloritani, e risaliremo alla volta di puntal Ferraro e Musolino. Sarà il momento di mangiare: pitoni e focaccia messinesi ci aspettano al ritrovo Portella, sapori tutti siciliani e aria pulita prima di tornare agli imbarcaderi magari passando per il centro della città. 30km totali, poco asfalto, tanto sterrato.

Lungo il percorso sono disponibili diversi punti di approvvigionamento idrico.

QUOTA D'ISCRIZIONE: 5€

PRANZO A BASE DI PITONI E FOCACCIA: 10€

Ulteriori informazioni:

Ultimo traghetto Caronte utile per essere puntuali (ne parte uno ogni 40 min.) alla partenza : ore 07.20, da Villa San Giovanni; l’attraversamento dura circa 40 minuti.

Luogo di ritrovo per iscrizioni ( 05,00 euro), posto in Viale della Libertà, di fronte gli imbarcaderi di Caronte.

Pranzo presso il Ritrovo “Portella”, in località Portella Castanea, a base di specialità messinesi (focacce e “pitoni”)

Al rientro, attraversamento cittadino con breve sosta presso le piazze più belle di Messina.


Traghetto: orari e info utili
Ritrovo sabato ore 12:00 ritrovo presso il porto di Tropea accanto Villaggio le Roccette.
Check In e partenza.

Costo: €115,00 cadauno e comprende viaggio andata e ritorno, pernottamento con prima colazione, cena a base di pesce e buffet sulla nave al rientro.

Menu:
- Primo: Pasta 'ncasciata e Pasta all'eoliana
- Secondo: Trancio di pescespada, Calamaro ripieno ed insalata
- Dolce: Sorbetto
- Acqua, vino locale,caffe'



Per gli accompagnatori è disponibile un'escursione organizzata per la quale è necessaria la prenotazione



Passeggiata naturalistico-antropologica - Sentiero Paolonoci

Livello di difficoltà (2/5)
Punto di partenza da raggiungere in autobus (privato o di linea)
Dislivello 150 m
Tempo di percorrenza 3 ore

COMPRESA NEL PACCHETTO ISCRIZIONE fino ad un max di 30 persone

Oppure

Monte Fossa delle Felci

Livello di difficoltà (3/5)
Punto di partenza da raggiungere in autobus (privato o di linea)
Dislivello salita 670 m – discesa 962 m
Tempo di percorrenza 6 ore
Costo della partecipazione € 20,00 a persona


Tutti i dettagli nell'allegato.


PER LE ADESIONI E QUALSIASI ALTRA INFO USARE I SEGUENTI INDIRIZZI:
sandrovangeli@libero.it, sarodirenzo@alice.it

Informazioni sull'Isola di Salina
www.salinando.it
ONDA D’URTO VILLAGGIO MANCUSO –Taverna (Cz)
Raduno escursionistico in mtb
domenica 16 giugno 2013

PROGRAMMA

L’associazione sportiva dilettantistica ASD EXPLORERS CATANZARO, organizza per domenica 16 giugno 2013 il raduno in "ONDA D’URTO VILLAGGIO MANCUSO - Taverna (Cz)", durante il quale si effettuerà un’escursione in mountain bike nel Parco Nazionale della Sila Piccola.
Il raduno ha carattere ricreativo – escursionistico, non competitivo, ed è aperto a tutti i bikers e le bikers, senza obbligo di iscrizione a Enti della consulta e FCI.
Il gruppo di Onda d'Urto si aggregherà, lungo il percorso, al gruppo CAI MTB Cosenza, proveniente da Lorica, organizzatore dell’evento parallelo “Le nove perle della Sila”.

Percorso
Il percorso avrà una lunghezza complessiva di circa 55 Km, di cui l'80% su strade sterrate. Un tratto iniziale di circa 9 km su asfalto ci porterà all'inizio dell' avventura che si svilupperà nel Parco Nazionale della Sila Piccola.
Grado di difficoltà tecnica ed atletica medio.
La partenza avverrà dal Villaggio Mancuso, Hotel Olimpo.
Saranno percorsi sentieri sconosciuti dal turismo di massa, resi percorribili per l’occasione, lungo i quali si potranno scorgere tipici monoliti rocciosi, vere sculture naturali, maestosi boschi di conifere e faggi, affascinanti corsi d'acqua ed incantevoli cascate, senza escludere la possibilità di scorgere animali selvatici quali il cinghiale, la volpe, il capriolo. Vivremo una giornata completamente immersi nella natura e lontani da qualsiasi insediamento umano.

Curiosità
Il territorio della Sila Piccola è ricco di valli, praterie e declivi ammantati di fitte faggete e pinete,e caratterizzato dalla presenza di corsi d’acqua, cascate e laghi.
L’escursione toccherà i territori di Ciricilla, Valle del Tacina, Gariglione, Tirivolo, Buturo, Roncino.

Monte Gariglione è la principale cima montuosa della Sila Piccola ed è ormai famoso per avere il primato dell’aria più pura d’Europa.
Il villaggio Mancuso originatosi nei primi del ‘900 è caratterizzato da originali e tipiche casette in legno a listelli bianco e neri, che lontanamente ricordano le baite svizzere, si trova nella parte meridionale della Sila e forma insieme al Villaggio Racise, Buturo, Cutura, Pantane, Monaco e Tirivolo, il comprensorio turistico della Sila Piccola di cui costituisce il centro principale.
Il villaggio si trova all'interno del Parco nazionale della Sila, al confine sud - est, e custodisce al proprio interno il "Centro Visite Monaco", il secondo centro visite del Parco dopo quello del Cupone, mentre nelle immediate vicinanze del villaggio si trova anche la Riserva naturale Poverella Villaggio Mancuso.

Programma
Sabato 15 GIUGNO
In giornata arrivo partecipanti
ore 17,00 visita al Villaggio Mancuso (Chiesetta, Albergo delle fate, Rotonda)
ore 19,00 degustazioni di prodotti tipici silani

Domenica 16 GIUGNO
ore 7:30 ritrovo, iscrizioni e colazione presso Hotel Olimpo nelle vicinanze di Villaggio Mancuso, saluti e presentazione tappa
ore 9:00 partenza escursione
Primo ristoro: dopo circa 15 Km., nei pressi del Laghetto del Tacina, offerto dagli Explorers e fornito ai singoli bikers alla partenza.
Secondo ristoro: ore 13:00, al Km 30 ca., presso la caserma del Gariglione.
Il secondo ristoro, a buffet, sarà a carico dei singoli partecipanti ed avrà il costo di 8 euro sia per i bikers che per gli accompagnatori e costituirà il momento conviviale della manifestazione, durante il quale accoglieremo il gruppo CAI MTB Cosenza proveniente da Lorica e ci aggregheremo alla manifestazione “Anniversario 150° fondazione CAI Italia- evento ”Le nove perle della Sila”.
Gli accompagnatori che volessero partecipare dovranno cortesemente raggiungerci in quella sede con mezzi propri.
Il menù comprenderà: Insalata di riso, lasagnette con pesto di rucola pinoli e speck, affettati misti, formaggi misti, pane, acqua, vino.
Eventuali problemi di celiachia potranno esserci segnalati nei tempi della scadenza delle iscrizioni al fine di predisporre idonee pietanze che avranno comunque identico costo.
La sosta avrà prevedibilmente la durata di circa 1 ora. Per tale occasione suggeriamo di arrivare forniti di indumenti di protezione onde evitare possibili raffreddamenti.
ore 17:00 arrivo-lavaggio bici - docce
A seguire tutti i partecipanti sono invitati dagli Explorers al taglio della torta per il 2° compleanno della nostra associazione e per il più importante 150° del C.A.I.

Iscrizione e quota di partecipazione
L’iscrizione avviene mediante compilazione della scheda di iscrizione reperibile sul sito www.ondadurto.info entro sabato 15 giugno alle ore 12,00.
Il contributo di partecipazione alle spese è di € 5,00 + 8.00 € per il secondo ristoro a buffet e comprende: sacchetto di benvenuto, prima colazione, primo ristoro, secondo ristoro a buffet, lavaggio bici, docce, assistenza sanitaria, assistenza meccanica, degustazioni di prodotti tipici silani.
Gli accompagnatori potranno come detto aggregarsi al pranzo al Gariglione con un contributo di € 8,00.
Il versamento del contributo di iscrizione, deve avvenire preferibilmente mediante bonifico bancario al seguente conto corrente IBAN: IT58O (O lettera) 033 5901 6001 0000 0071 522 - Banca Prossima – Sede di Milano Intestazione: ASD EXPLORERS CATANZARO, onde agevolare le operazioni di accoglienza e limitare la quantità di contante.
La ricevuta del pagamento deve essere esibita la mattina di domenica alla conferma della presenza. Come da protocollo Onda d'Urto sarà comunque accettato il versamento prima della partenza purchè l' adesione sia assicurata entro le ore 12.00 della giornata di sabato. Precisiamo che la nostra richiesta ha esclusivamente lo scopo di garantire a tutti i partecipanti la sicurezza di godere dei servizi offerti - ricordiamo che saremo lontani da qualsiasi luogo di possibile rifornimento.

Note
Si raccomandano: buona preparazione fisica, una scorta idrica pari almeno a 2 borracce, mountain bike in perfetto stato, casco omologato obbligatorio, mantellina antipioggia, kit minimo per riparazione guasti più frequenti (forature e rottura catena), rispetto totale della natura e del codice della strada nei tratti di trasferimento su strade aperte al traffico.
Considerata la particolare natura dei luoghi abbiamo assunto nei confronti dell' Ente Parco l'impegno ad una attenta e curata gestione dei rifiuti. Raccomandiamo a tutti di utilizzare i sacchetti che saranno forniti per la raccolta di qualsiasi incarto, fazzoletto, contenitore ecc. e di conferire tali rifiuti nei contenitori che metteremo a disposizione presso il secondo ristoro e presso l' arrivo.
In caso di avverse condizioni meteo l'organizzazione si riserva di modificare il percorso o annullare la manifestazione.
Con l’iscrizione il concorrente rinuncia a far valere qualsiasi diritto, anche di terzi, nei confronti dell’Associazione Organizzatrice e di tutti i soggetti fisici e giuridici di altre organizzazioni coinvolti nell’evento.
Sottoscrivendo ed inviando il modulo di iscrizione il partecipante dichiara di essere in possesso di certificato di idoneità alla pratica sportiva, di aver preso visione del presente regolamento e di esprime il consenso dell’utilizzo dei dati, giusto il disposto D.Lgs. 196/03 (Testo Unico Privacy). Il presente regolamento può essere modificato a discrezione della società organizzatrice.
Tutti le modifiche verranno comunicate tempestivamente sul sito ufficiale www.ondadurto.info

Programma per gli accompagnatori
Nella giornata di domenica, successivamente alla partenza, sarà possibile effettuare escursioni con guide del C.F.S. nei Centri Visite di Monaco nella mattinata e del Gariglione nel pomeriggio dopo il nostro 2° ristoro. La partecipazione è gratuita. Necessaria la prenotazione ed adeguato abbigliamento.
Sarà inoltre possibile nella mattinata, continuare nella degustazione dei prodotti tipici silani presso gli esercizi commerciali di Villaggio Mancuso.

Alberghi convenzionati
GRAND HOTEL PARCO DEI PINI - 4 stelle
Via Eugenio Mancuso, 56 - 88055 Taverna (CZ),
Mail : info@grandhotelparcodeipini.com
Tel.: 0961.922164
Fax.: 0961.922949
- pernotto e prima colazione 20€
- mezza pensione 40 €
- pensione completa 50€
- ingresso piscina coperta e riscaldata gratuito per gli ospiti

ALBERGO RESIDENCE OLIMPO - 4 stelle
s.s. 179 179 - TAVERNA (CZ) -
info@olimpohotel.it
Tel. 0961 922105
- pernotto e prima colazione 20€
- mezza pensione 30 €

Come arrivare
Dall’A3 uscita Lamezia Terme proseguire in direzione Catanzaro poi seguire indicazioni per Sila –Parco Nazionale-Villaggio Mancuso
Dalla S.S. 106 uscita Catanzaro Est proseguire in direzione Catanzaro poi seguire indicazioni per Sila –Parco Nazionale-Villaggio Mancuso
Per altre informazioni: asdexplorerscz@libero.it, facebook: ASD EXPLORERS CATANZARO





4° Tappa Onda d’urto 2013
“Tra i Resti Medioevali di Oppido Antica e le sue fiumare”

L’appuntamento è il 30 Giugno ore 7.30 presso la Piazza F.M. Zuco (Piazza antistante la Cattedrale) nel Comune di Oppido Mamertina, per l'accoglienza, la colazione e la conferma dell'iscrizione.

Il tracciato si alternerà tra 50% sterrato e 50% strade dissestate con una difficoltà medio/alta attraversando immensi uliveti secolari, i corsi d’acqua limpida delle fiumare Tricuccio e Cumi (dove difficile sarà astenersi da un bagno) e il sito storico di archeologia in località Mella risalente al III-I secolo a.C. e la città medievale del secolo IX-X di cui fanno parte il possente castello di Foggia Angioino-Aragonese, i resti della Porta Urbica, dell’antica Cattedrale, del Chiostro del Convento dei Paolotti e delle antiche abitazioni. Diverse esperti ci guideranno e illustreranno i siti visitati.

Alla fine dell’escursione sarà offerto un pranzo con il supporto della Associazione Culturale Onlus "I ponti" di Oppido Mamertina che, in collaborazione con la Cooperativa Sociale si occupa della conduzione di terreni confiscati alla mafia, ci delizieranno con i prodotti provenienti appunto dalla libera terra.

Quote di partecipazione:

  • Euro 5 per la conferma della preiscrizione da effettuarsi sul sito www.ondadurto.info

  • Euro 3 per supplemento iscrizione in caso di mancata preiscrizione sul sito

  • Euro 15 per il pranzo



Il sito offre la possibilità per gli accompagnatori di visitare:

  • Chiesa cattedrale e Sala Capitolare

  • Museo Diocesano, adiacente alla cattedrale

  • Chiesa di San Giuseppe con i sotterranei in cui si trova una cripta per le sepolture

  • Santuario della Madonna delle Grazie e luogo dell’apparizione della Vergine

  • Zone caratteristiche della cittadina, con particolare attenzione ai numerosi Palazzi ottocenteschi




Cenni Storici
Situata sul versante settentrionale dell'Aspromonte, Oppido Mamertina sorge sopra l'antica Mamertium. Importante sito archeologico, sede di insediamenti preistorici dell'età del ferro, dai suoi monti si estraeva il marmo utilizzato per le costruzioni greche e romane.
Fu feudo dei principi di Cariati in età medievale e divenne comune autonomo nel 1806. Nella Cattedrale sono conservate delle sculture rinascimentali, un Crocifisso di avorio e una Madonna col Bambino del Seicento.
Molto interessanti i palazzi gentilizi del centro, dai portali in granito. Una necropoli preistorica è stata rinvenuta in località Tresilico, nella cui Chiesa si custodisce una statua cinquecentesca in marmo, raffigurante la Madonna del Pilar. Nella Chiesa di Castellace vi è una Madonna in marmo, opera di G.B. Mazzola. Il borgo medievale di Oppido Vecchia, a 4 chilometri dall'Oppido odierna, e abbandonato in seguito al terremoto del 1783, conserva resti dell'antico castello e della cinta muraria. Sui Piani dello Zillastro è visibile il famoso Cristo di Zervò.

Indicazioni stradali
Il comune di Oppido Mamertina è raggiungibile sia da sud che da nord prendendo l’uscita (autostrada A3) Gioia Tauro direzione Taurianova SS111, dopo seguire SS112 bis, in ogni caso saranno presenti indicazione “evento Onda D’urto”.


Strutture alberghiere consigliate
A Oppido Mamertina potrete pernottare e cenare a HOTEL MAMERTUM, Via Circonvallazione Ovest, 6. A soli 25 euro (pernotto e cena).
www.hotelcasalnuovo.com
www.ulivetoprincipessa.it
www.grimaldipalace.it

Per la vostra sicurezza:

  • Vi ricordiamo che l'uso del casco è indispensabile esso deve essere mantenuto correttamente posizionato e allacciato per l’intera durata della escursione, con la sola esclusione delle pause, ogni biker deve essere autonomo per eventuali rotture quindi vi consigliamo di portare almeno un kit di riparazione.

  • Rammentiamo che l’organizzazione declina ogni responsabilità per eventuali danni a cose e persone durante la manifestazione.

  • Per i minorenni, che sono il ben venuto, si farà garante colui che esercita la patria podestà.

  • Durante l'attraversamento di strade comunali e provinciali è indispensabile il rispetto del codice della strada.

  • Le escursioni non sono gare e qualunque forma di agonismo, è vietata.

  • Chi aderisce alle escursioni in programma dichiara di essere cosciente dell'impegno fisico e dei rischi che l'attività del cicloescursionismo comporta e di essere consapevole che, per partecipare a questa attività, è necessario possedere: idonea attrezzatura ed equipaggiamento; adeguata preparazione atletica al fine di superare lunghezza e dislivello previsti; capacità tecniche sufficienti per affrontare le difficoltà indicate per ogni singola uscita.

  • L’organizzazione potrà variare il percorso in programma o annullare l’escursione qualora le condizioni dei partecipanti, quelle atmosferiche o del percorso stesso non fossero ritenute favorevoli.

  • Sono assolutamente da escludere le iniziative personali: chi si discosta dal gruppo di propria iniziativa, non segue le indicazioni, non osserva le presenti disposizioni verrà considerato automaticamente escluso dall’escursione assumendosi ogni responsabilità conseguente.

  • Tutti i partecipanti sono obbligati a prestare soccorso e comunque a collaborare in caso di necessità.




ONDA D’URTO 5ª tappa 21-Luglio 2013 Lamezia - Platania - Serrastretta

Amici di ONDA, Amici della MTB ! tra poco ci siamo ! è con tanto entusiasmo che tutti i gruppi che amano la MTB a Lamezia (SPORTISSIMO, PBT, BICILEX, SPORTING Lamezia) stanno collaborando per accogliervi nel migliore dei modi nella manifestazione sportiva che il 21 Luglio porterà la “carovana” di Onda D’URTO sulle bellissime e “fresche” montagne che fanno da corollario al territorio Lametino.
La parte organizzativa verrà ben curata dal “Team Sportissimo Lamezia” di Carlo Cuiuli che provvederà ad accogliervi, oltre che con una abbondante colazione, con uno Stand che si occuperà della manutenzione e del’assistenza “pre”, “durante” e “dopo” ONDA .

La tappa che è stata a noi assegnata, come ben sapete, si svolgerà il 21 Luglio quasi in piena Estate e pertanto abbiamo pensato di darvi appuntamento alle ore 8,00 direttamente in “quota” evitando la lunga ascesa che di solito usiamo per portarci da Lamezia fino ai sentieri che si diramano sulle Montagne del Lametino e, vista la lunghezza del percorso che sarà di circa 35 km., e le varie soste…… la partenza dovrà avvenire “al massimo” per le ore 8,45 .
L’escursione si svolgerà su un percorso di media difficoltà che sarà per lunghissimi tratti ben ombreggiato ed in cui si incontreranno varie fontane di acqua sorgiva che ci consentiranno di rifornirci al momento giusto. L’escursione vera e propria consisterà in una bellissima visita guidata che interesserà i sentieri tracciati sulle montagne che fanno da corollario al territorio Lametino attraversando boschi di castagno e di faggio dove si potrà respirare a pieni polmoni la “freschezza” dell’aria di montagna ….. anche in giornate particolarmente “calde”.
Alla partenza, appena lasciati il centro sportivo della GIURRANDA, entreremo immediatamente nella bella cittadina di Platania dove il Parroco Don Pino Latella impartirà la Benedizione al gruppo nel ricordo degli 8 amici che non pedalano più con noi, ed il Sindaco Michele Rizzo darà inizio ufficialmente all’escursione.
Lasciato il centro storico di Platania ci si addentrerà sul Monte Reventino che ci dominerà dall’alto dei suoi 1418 mt. s.l.m. e dalle sue panoramiche “terrazze” avrete la possibilità di spaziare con la vista sull’intero Golfo di S.Eufemia e, se ci sarà una giornata priva di foschia, anche sulla costa Siciliana, ci addentreremo nei famosi boschi di Faggio e Castagno dove la credenza popolare racconta della presenza delle famose “Fate del Reventino”, attraverseremo la bellissima Faggeta di loc. Condrò, entreremo nella ridente cittadina di “Serrastretta” dove, oltre a visitare il Centro Storico con il suo museo dedicato alla famosa cantante Dalidà, avremo anche modo di assaggiare i tipici prodotti locali, insomma, avrete modo di conoscere ed apprezzare le nostre rinomate montagne con la speranza che, vista la centralità del nostro territorio, ci sia a presto un vostro “ritorno” da semplici turisti o da sportivi, sapendo di trovare tanti amici che potranno accompagnarvi in tante nuove escursioni!

Come base logistica abbiamo prenotato il rinomato Centro Alberghiero-Turistico-Sportivo “La Giurranda“ nel vicino Comune di Platania e non è stata una scelta “casuale” ma ben “ragionata” in quanto volevamo mettere a disposizione dei BIKERS di Onda l’intera impiantistica di cui è dotata che ci consentirà pertanto di proporvi una formula di ONDA davvero “INNOVATIVA” …. vi proporremo infatti di farvi accompagnare anche dai vostri familiari in quanto i titolari del Centro Alberghiero-Turistico-Sportivo “La Giurranda“, ci consentiranno di utilizzare anche l’annesso PARCO e la PISCINA quindi, i familiari o gli eventuali accompagnatori, potranno utilizzare anche questo servizio e non si annoieranno di certo nell’aspettare, tra un “TUFFO” ed una “NUOTATA”, l’arrivo degli atleti che nel frattempo saranno impegnati nella escursione vera e propria. A fine escursione, prima del pranzo ristoratore, chi vorrà potrà usufruire delle docce in dotazione all’annesso campo sportivo.
Abbiamo pensato anche ad allietarvi durante il classico pranzo di gruppo con un intrattenimento musicale condotto dall’amico Carlo che ci farà ascoltare la sua musica melodica … proponendo, tra una pietanza e l’altra, anche il classico KARAOKE ! insomma…. stiamo ORGANIZZANDOVI una escursione che, come nello “spirito” di ONDA D’URTO, dovrà essere soprattutto una giornata di FESTA dello sport, della MTB e delle famiglie ! ….. e per questa volta speriamo che lo sia davvero anche per le famiglie ! sarà l’occasione buona per passare una bella giornata con i nostri cari e sappiamo tutti quanto ci costa lasciarli a casa le Domeniche e soprattutto nella stagione Estiva .. vero ?
Inoltre….. il centro è dotato di un certo numero di abitazioni stile “cottage” che vi consentiranno di poter pernottare con i vostri familiari o accompagnatori anche dal giorno precedente l’escursione e ci siamo persino organizzati in modo tale che, se qualcuno volesse fare una “uscitina” il giorno prima, avrebbe a disposizione anche l’accompagnamento volendo potremmo portarvi sulla famosa “terrazza” del belvedere dove potrete affacciarvi su uno spettacolare strapiombo di oltre 300 mt ! volete delucidazioni ? chiedete tutte le informazioni che volete scrivendo all’indirizzo di posta el. v.mercuri1961@gmail.com
ed infine il saluto che mi sento di dare a tutti quelli che vogliono avvicinarsi al mondo do ONDA D’URTO è semplicemente “ aggregatevi … più siamo e più ci divertiamo“.

La formula che vi proporremo rimane la “classica: costo di iscrizione di € 5 + 15 € per il pranzo;

N.B. per il pernottamento prenotare rivolgendosi direttamente alla struttura, si precisa che gli eventuali familiari o accompagnatori a seguito degli atleti che pernotteranno o si fermeranno a pranzo non pagheranno alcuna quota per l’ingresso in piscina ( mentre per chi non ha pernottato o non vorrà rimanere a pranzo sarà di solo 5 €) .

Vi ricordiamo che l'uso del casco è indispensabile esso deve essere mantenuto correttamente posizionato e allacciato per l’intera durata della escursione, con la sola esclusione delle pause, ogni biker deve essere autonomo per eventuali rotture quindi vi consigliamo di portare almeno un kit di riparazione. Rammentiamo che l’organizzazione declina ogni responsabilità per eventuali danni a cose e persone durante la manifestazione. Per i minorenni, che sono il ben venuto, si farà garante colui che esercita la patria podestà. Durante l'attraversamento di strade comunali e provinciali è indispensabile il rispetto del codice della strada. Le escursioni non sono gare e qualunque forma di agonismo, è vietata. Chi aderisce alle escursioni in programma dichiara di essere cosciente dell'impegno fisico e dei rischi che l'attività del “ciclo escursionismo” comporta e di essere consapevole che, per partecipare a questa attività, è necessario possedere: idonea attrezzatura ed equipaggiamento; adeguata preparazione atletica al fine di superare lunghezza e dislivello previsti; capacità tecniche sufficienti per affrontare le difficoltà indicate per ogni singola uscita. L’organizzazione potrà variare il percorso in programma o annullare l’escursione qualora le condizioni dei partecipanti, quelle atmosferiche o del percorso stesso non fossero ritenute favorevoli. Sono assolutamente da escludere le iniziative personali: chi si discosta dal gruppo di propria iniziativa, non segue le indicazioni, non osserva le presenti disposizioni verrà considerato automaticamente escluso dall’escursione assumendosi ogni responsabilità conseguente. Tutti i partecipanti sono obbligati a prestare soccorso e comunque a collaborare in caso di necessità.

Circondata dalla natura incontaminata della presila calabrese, ubicata in posizione panoramica sul Golgo di Sant'Eufemia, è meta ideale per passeggiate ed escursioni nei folti boschi per i sentieri di montagna. Grazie alla sua strategica posizione geografica è possibile raggiungere in meno di un'ora località turistiche balneari come Tropea, Falerna, Amantea, Pizzo, ed in mezz'ora circa la stazione e l'areoporto internazionale di Lamezia Terme. Alle pendici del monte Reventino, si trova all'altitudine di 1050 mt. slm il Passo di Acquavona. Il suo clima abbastanza rigido d'inverno, è mite d'estate, diventa meta per un piacevole soggiorno di villeggiatura per la salubrità dell'aria. Caratteristica del comprensorio sono i boschi ricchi di ontani e soprattutto di castagne.Ed è qui che nel lontano 1968 nasceva tra quei boschi un piccolo ristorante che nel corso degli anni fino ad oggi è diventata una rinomata ed affermata meta turistica ricettiva e gastronomica.
E' la GIURRANDA (fior di castagno).
Il complesso, sviluppato in un'area di circa 40000 mq., offre per il soggiorno confortevoli casette in muratura, monolocali e bilocali, tutte dotate di servizi privati, verandina ed ingresso privato, tv e telefono in camera.
All'esterno oltre agli ampi spazi verdi la GIURRANDA è dotata parcheggio privato parco giochi per bambini, pineta e boschetto con viabilità per passeggiate, campo da tennis, campo da bocce, campo polivalente per basket, calcetto, pallavolo, piscina all'aperto ed un campo da calcio regolamentare in erba naturale.
L'A.S.D. Ciclistica Castrovillari presenta l'itinerario della VII tappa del tour calabrese itinerante in mtb.
Prima di descrivere il percorso dell'escursione, che insieme affronteremo Domenica 8 Settembre, volevamo ringraziarvi per l'opportunità dataci di poter ospitare una così bella iniziativa.
Proprio nel momento in cui siamo venuti a conoscenza che una tappa del tour interessava il nostro territorio ci siamo posti la domanda; quale percorso proporre dell'universo-Pollino, ai nostri amici, che da luoghi lontani e vicini della nostra Calabria, giungono in quest'arcipelago di montagne appeso alle nuvole, che dal Tirreno migrano allo Jonio.
Come realizzare, cioè, un giro che avesse carattere naturalistico senza prescindere degli stimoli che la collina mediterranea e l'Appennino calabro-lucano offra al cicloamatore-escursionista sensibile ed attento.
La nostra preferenza, infine, è ricaduta sullo scegliere un percorso che è un mosaico di itinerari attraverso luoghi noti e meno noti, tali da offrire una visione d'insieme efficace, completa e suggestiva della nostra terra. Per tali ragione abbiamo voluto prescindere dai dislivelli estremi, che il territorio propone, per proporre l'alternativa di " ritratti d'ambiente e d'atmosfera" per far si che, la natura del Pollino venisse assimilata goccia a goccia. Pertanto, amici, la nostra speranza è che attraverso il percorso che vi proponiamo vi porterà ad accedere, con rispettosa discrezione, ai segreti della montagna che gli antichi consacrarono ad Apollo.

Nel dettaglio il percorso si snoderà per intero nel versante occidentale del Parco nei cosiddetti monti dell'orsomarso. Partendo, infatti, dai piani di Campotenese (1058 m.s.l.m.m.) si giungerà dapprima ai piani di Masistro dove potremo ammirare una splendida faggeta ed una bellissima valle creatasi a seguito del ritiro dei ghiacci durante l'ultima era glaciale. Continueremo il nostro giro salendo leggermente di quota, precisamente a 1315 m.s.l.m.m., nei piani di Novacco da dove avrà inizio il circuito ad anello della lunghezza di 28 Km, che andremo successivamente ad affrontare, ma non prima di aver fatto rifornimento e degustato il famoso Moscato di Saracena. Lungo il tragitto non mancheranno fontane dove poter fare rifornimento e potersi dissetare. Circa a metà del percorso faremo una piccola deviazione che ci porterà alla chiesa di S. Maria del Monte da dove si potrà ammirare l'intera piana di Sibari potendo scorgere tratti della costa Jonica. Al termine del tour si farà rientro, sempre in mountain bike, al punto di ritrovo/partenza dove si avrà modo di pranzare presso l’Hotel Regina pagando € 15,00 cadauno (antipasto, primo, secondo, contorno e dessert, acqua/ vino).
Al seguito fuoristrada per l’assistenza medica.
Il ritrovo sarà presso l'Hotel Regina per le ore 7:30.
L’iscrizione è di € 5,00 e comprende un pacco di benvenuto contenente l’attestato di partecipazione. Per i più distanti e/o per chi vuole soggiornare nei pressi del luogo di partenza, sono previsti condizioni particolarmente vantaggiose in alcuni B&B locali.
Le strutture convenzionate sono:

  • B&B Sant’Andrea di Morano Calabro: Camere con bagno, televisione, aria condizionata e internet point incluso. Dotato di ampia cucina che può essere utilizzata dai gentili ospiti in qualunque ora della giornata. Inoltre il B&B è fornito di un'ampia sala con comodi divani e TV maxischermo. Immerso nel verde con ampio terrazzo e giardino. Per maggiori info contattare il 349.3717765. (http://bbsantandrea.altervista.org/).

  • B&B il Laghetto di Castrovillari: 0981-46551

  • B&B pezzo della Noce di Castrovillari: 0981-491917

  • B&B la Petrosa di Castrovillari: 348-8650291

  • B&B La Pertica di Castrovillari: 348-2693345

  • B&B Falcone di Castrovillari: 0981-489212

  • Hotel Regina - Morano Calabro - 0981.33768

  • Ufficio Turistico di Saracena 0981.349647



Come Reggiungerci
Il luogo di Ritrovo/Partenza è situato presso Hotel Regina.

  • Uscendo dall'autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria all'uscita di Campotenese e proseguendo sulla SS 119.in direzione Mormanno( circa 1Km)

  • Da Castrovillari percorrendo la SS 119 in direzione Mormanno (circa 19 Km).



Vi ricordiamo che l'uso del casco è indispensabile esso deve essere mantenuto correttamente posizionato e allacciato per l’intera durata della escursione, con la sola esclusione delle pause, ogni biker deve essere autonomo per eventuali rotture quindi vi consigliamo di portare almeno un kit di riparazione. Rammentiamo che l’organizzazione declina ogni responsabilità per eventuali danni a cose e persone durante la manifestazione.
Per i minorenni, che sono il ben venuto, si farà garante colui che esercita la patria potestà. Durante l'attraversamento di strade comunali e provinciali è indispensabile il rispetto del codice della strada. Le escursioni non sono gare e qualunque forma di agonismo, è vietata.
Chi aderisce alle escursioni in programma dichiara di essere cosciente dell'impegno fisico e dei rischi che l'attività del “ciclo escursionismo” comporta e di essere consapevole che, per partecipare a questa attività, è necessario possedere: idonea attrezzatura ed equipaggiamento; adeguata preparazione atletica al fine di superare lunghezza e dislivello previsti; capacità tecniche sufficienti per affrontare le difficoltà indicate per ogni singola uscita.
L’organizzazione potrà variare il percorso in programma o annullare l’escursione qualora le condizioni dei partecipanti, quelle atmosferiche o del percorso stesso non fossero ritenute favorevoli. Sono assolutamente da escludere le iniziative personali: chi si discosta dal gruppo di propria iniziativa, non segue le indicazioni, non osserva le presenti disposizioni verrà considerato automaticamente escluso dall’escursione assumendosi ogni responsabilità conseguente. Tutti i partecipanti sono obbligati a prestare soccorso e comunque a collaborare in caso di necessità.

Punto di raduno Hotel Regina - Uscita Campotenese





L’associazione sportiva dilettantistica ASD SORGENTE – ALBANO LAZIALE - GRUPPO MTB CALABRIA, organizza per domenica 22 settembre 2013 il raduno "ONDA D’URTO LACINA – BROGNATURO (V.V.), durante il quale si effettuerà un’escursione in mountain bike nel Parco Nazionale della SERRE.
Il raduno ha carattere ricreativo – escursionistico, non competitivo, ed è aperto a tutti i bikers e le bikers, senza obbligo di iscrizione a Enti della consulta e FCI.

Il percorso avrà una lunghezza complessiva di 45 Km, di cui l'90% su strade sterrate.
La partenza avverrà dall’Hotel della Lacina , percorreremo dei sentieri che ci porteranno in quota per poi ridiscendere attraversando, maestosi boschi di conifere e faggi. Un breve tratto di strada asfaltata ci condurrà a raggiungere il centro storico di Mongiana.
Sul tracciato saranno presenti i cartelli che indicheranno: km rimanenti; freccie del bivio da prendere, nastri bicolori rosso/bianco, segnali di discesa, punto di ritrovo.

Con la collaborazione del personale della proloco di Mongiana si effettuerà una visita guidata e descrittiva dei ruderi dell’ex fabbrica d’armi risalenti al XVIII sec, della fonderia con l’altoforno e i resti del mulino ad acqua, la fontana degli operai ed alcuni reperti storici custoditi all’interno della sede della stessa Proloco.
La ferriera di Mongiana è stata fondata durante il Regno di Ferdinando IV di Borbone, ha origini antichissime (fonderie fenice) di cui restano numerose tracce nel territorio compreso tra Stilo e Serra San Bruno.
Gli antichi abitanti sfruttavano sul posto le risorse del sottosuolo, fondevano il rame, il piombo, il ferro. Le miniere di Pazzano da cui si estraeva la limonite, minerale ricco di ferro, riforniva di materia prima le fonderie di Mongiana diventando così il fulcro intorno alla quale si sviluppa l’industria del ferro napoletana. L’enorme fabbisogno di combustibile rendeva le Ferriere industrie nomadi all’inseguimento di boschi da carbonizzare. Le Ferriere cosiddette Itineranti, perché la distruzione delle foreste loro limitrofe metteva le bocche dei forni in cammino alla ricerca di nuovi boschi da divorare. Nel 1771 distrutto il bosco stilenese, i forni giungono in località “Cima” detta in seguito “Mongiana” dal nome di un ruscello che scorreva sulla Piana stagliata S.Micone, al centro di foltissime selve. Nel sec. XVII nasce un vero e proprio distretto siderurgico calabrese, comprendente, Mongiana e Ferdinandea con tre altiforni: Santa Barbara, San Ferdinando e San Francesco, varie officine lungo il corso dei fiumi Ninfo e Allaro. Era attiva anche una fabbrica d’armi che fino al 1864 produceva fucili, baionetta, accessori, sciabola e pugnale; oltre alle armi furono proprio qui costruiti i binari della linea ferroviaria Napoli – Portici, i primi ponti in ferro e le stesse colonne in ghisa dell’ingresso della stessa fabbrica d’armi.
Oggi l’edificio è in fase conclusiva di restauro per la creazione di un Museo – Territorio.
Si proseguirà dopo c/o la sede della Pro-loco dove in collaborazione con Slow Food sarà possibile effettuare una degustazione di prodotti tipici calabresi.
L’itinerario prosegue affrontando una pista in parte in salita e successivamente in discesa sino a giungere alla residenza estiva di Ferdinando IV la “Ferdinandea”. Dopo una visita al parco interno della residenza e ai vari stemmi araldici, si proseguirà attraversando i boschi che ci riporteranno al punto di partenza.

Programma:
Sabato 21 settembre
In serata arrivo partecipanti con sistemazione in camera
Domenica 22 settembre
ore 7:30 ritrovo, iscrizioni e colazione presso Hotel Lacina
ore 9:00 partenza escursione
ora 10:30/11:00 sosta: al Km 20 Mongiana (visita parco minerario – fabbrica delle Armi) degustazione prodotti calabresi c/o Pro-loco a cura di SLOFOOD; gli accompagnatori che volessero partecipare dovranno cortesemente raggiungerci in questa sede con mezzi propri.
ora 12:30/13:00 sosta al Km 30 Ferdinandea (visita residenza)
Nota: le varie soste avranno prevedibilmente la durata di circa 1 ora. Per tale occasione suggeriamo di arrivare forniti di indumenti di protezione onde evitare possibili raffreddamenti.
ore 14:00 arrivo - lavaggio bici - docce

Iscrizione e quota di partecipazione
L’iscrizione avviene mediante compilazione della scheda di iscrizione reperibile sul sito www.ondadurto.info entro sabato 21 settembre alle ore 12,00.
Il contributo di partecipazione alle spese è di € 5,00 + 15.00 € per buffet

1° colazione a buffet dalle ore 7:30 alle 9:00 con crostate varie, cornetti, succhi di frutta, latte, caffè e the.
Degustazione di prodotti calabresi c/o la sosta di Mongiana
Sacchetto lunch per i corridori con 1 panino, succo di frutta e/o bibita, frutto. (sarà consegnato alla sosta di Ferdinandea)
Il buffet del rientro comprende:
- pomodori con mozzarella e olive nere
- borlotti con tonno e cipolla di troppa
- insalata di pasta
- penne all’arrabiata
- arrosto al forno
- peperoni e patate
- crocchette di patate
- supplì di riso
- bricioline di carne
- insalate varie (pomodori - verde - cetrioli)
- patate fritte
- tranci di pizza
- dolce della casa
- acqua – vino della casa

lavaggio bici, docce, assistenza.
Gli accompagnatori potranno aggregarsi al pranzo con un contributo di 15,00 €.
Come da protocollo Onda d'Urto sarà accettato il versamento prima della partenza purché
l'adesione sia assicurata entro le ore 12.00 della giornata di sabato.
Precisiamo che la nostra richiesta ha esclusivamente lo scopo di garantire a tutti i partecipanti la sicurezza di godere dei servizi offerti.

Programma per gli accompagnatori:
Nella giornata di domenica, successivamente alla partenza, sarà possibile raggiungere con auto propria la località di Mongiana, (distante 20 km) ed effettuare la visita del parco minerario insieme ai bikers . Successivamente in collaborazione con SLOFOOD c/o il piazzale interno della Proloco sarà possibile effettuare una degustazione di prodotti tipici calabresi.
La visita prosegue al Parco di Villa Vittoria dove è possibile vedere oltre 200 esemplari di piante officinali, molto comuni del territorio suddivise in medicinali, velenose e aromatiche. La fauna è invece costituita da cavalli di razza avelignese e morgese, cinghiali, mufloni daini, cervi, caprioli fagiani, pavoni. Fra gli uccelli è possibile vedere la poiana, il barbagianni la gazza la cornacchia la nocciolaia il colombaccio lo scricciolo la ghiandaia il picchio verde. Il tutto è gestito dal Corpo Forestale dello Stato.
Note
Si raccomandano: buona preparazione fisica, sul percorso possibilità di rifornimento d’acqua in alcune sorgenti, mountain bike in perfetto stato, casco omologato obbligatorio, mantellina antipioggia, kit minimo per riparazione guasti più frequenti (forature e rottura catena), rispetto totale della natura e del codice della strada nei tratti di trasferimento su strade aperte al traffico.
Considerata la particolare natura dei luoghi abbiamo l'impegno ad una attenta e curata gestione dei rifiuti. Raccomandiamo a tutti di utilizzare i contenitori presenti nelle varie località e/o consegnare gli stessi alle autovetture di sostegno.
In caso di avverse condizioni meteo l'organizzazione si riserva di modificare il percorso o annullare la manifestazione.
Con l’iscrizione il concorrente rinuncia a far valere qualsiasi diritto, anche di terzi, nei confronti dell’Associazione Organizzatrice e di tutti i soggetti fisici e giuridici di altre organizzazioni coinvolti nell’evento.
Sottoscrivendo ed inviando il modulo di iscrizione il partecipante dichiara di essere in possesso di certificato di idoneità alla pratica sportiva, di aver preso visione del presente regolamento e di esprime il consenso dell’utilizzo dei dati, giusto il disposto D.Lgs. 196/03 (Testo Unico Privacy). Il presente regolamento può essere modificato a discrezione della società organizzatrice.
Tutti le modifiche verranno comunicate tempestivamente sul sito ufficiale www.ondadurto.info

Hotel Lacina – 3 stelle Loc. Lacina 89822 Brognaturo (V.V.)
- Tel.: 0963 74767 - Fax.. 0963 1971022 E-mail.: info@hotellacina.it

- pernottamento con 1° colazione in camera singola 30 €
- pernottamento con 1° colazione in camera doppia 40 €
- pernottamento con 1° colazione in camera tripla 50 €
- pernottamento con 1° colazione in camera quadrupla 60 €
- trattamento di mezza pensione in camera doppia 35 € p.p.
- supplemento camera singola 10 €
- 3° e 4° letto 25 €
- bevande della casa incluse
- disponibilità della camera fino alla partenza
- disponibilità di 2/3 camere per gli ospiti non pernottanti

Come arrivare:
Dalla S.S. 106 provenienti da Catanzaro proseguire per S.Andrea Apostolo dello Jonio dopo due km svoltare a sx per piano dei Pecorai – Serra S. Bruno
Dalla S.S. 106 provenienti da Roccella proseguire sino a Guardavalle Scalo – Guardavalle – Elce della Vecchia S.P. 143
Dall’A3 uscita da Reggio Calabria uscita Serre – S.S.182 – S.P. 73 – direzione Soriano Sorianello – Serre – Brognaturo
Dall’A3 uscita da Lamezia uscita Pizzo S.S.110 – S.S.182 – Brognaturo - S.P.143
Per altre informazioni: 3403281512
Amici bikers, finalmente anche Crotone prende parte a questa bellissima manifestazione.
Con grandissimo entusiasmo l’A.S.D. “G. Carolei”, per la sua prima edizione di onda d’urto, vi propone uno dei dieci borghi più belli d’Italia S. Severina con il suo storico castello.

PROGRAMMA:

Il ritrovo, stabilito per le ore 8.00, sarà nel fossato del castello di S. Severina dove si potrà parcheggiare l’auto per poi recarsi nella piazza antistante.
La partenza sarà per le ore 8.45 pertanto si raccomanda la massima puntualità.

  • Assistenza meccanica alla partenza (Calabrò Massimo Bici & Bijoux).

  • Presenza assicurata per tutta la durata dell’escursione del personale addetto del 118.

  • Gadget e prodotti tipici crotonesi in regalo per tutti i bikers iscritti.

  • Prima colazione presso tutti i bar della piazza.

  • Esposizione e vendita in piazza a Santa Severina della Coldiretti di Crotone.

  • Punto di ristoro a Roccabernarda offerto dalla Pro Loco.

  • Percorso medio-difficile-tecnico.



Percorso

Dopo i rituali della giornata si parte dal castello passando nel centro storico e si segue la s.s. che porta verso San Mauro Marchesato per circa 1 km, dopodiché comincia la salita che porta in cima alla dorsale ed al belvedere con vista sull’area nord-orientale del marchesato crotonese. Qui ci si ferma per ricompattarsi ed ammirare il panorama.
Subito dopo questa sosta si raggiunge l’area verde di M. Fuscaldo.
Successivamente si costeggia ad una buona altezza il fianco orientale della montagna, su una larga pista forestale con belle vedute sulla campagna crotonese e fino al mare.
Dopo aver superato la diramazione per la vetta del Fuscaldo, si raggiunge il vertice dell’anello, presso la Timpa della Zita. Da qui avremo una splendida veduta sulla sottostante Valle Niffi, tesoro naturalistico scavato fra pareti di arenaria, luogo di nidificazione di gheppi, poiane, gufi e altri rapaci.
Si riparte in direzione Timpa del Corvo attraverso vecchi recinti e pascoli, da dove godremo di una vista mozzafiato sulle pareti a strapiombo della valle.
Ripartendo si percorrerà un panoramico tratto con forte pendenza lungo uno stretto crinale bordato da campi alberati e oliveti che ci porterà direttamente negli aranceti della media valle del fiume Tacina.
Tra splendidi profumi di zagara e frutta di stagione costeggeremo il fiume Tacina fino ad arrivare nel paese di Roccabernarda dove faremo una sosta con degustazione a base di prodotti offerti dalla Pro Loco.
Terminato il break ripartiremo per affrontare la risalita del monte Fuscaldo e successiva ridiscesa al punto di partenza, cioè Santa Severina.
Sul tracciato saranno presenti i cartelli che indicheranno:

  • Frecce del bivio da prendere.

  • Nastri bicolori rosso/bianco.

  • Segnali di discesa.



Descrizione dell’area di Monte Fuscaldo

Il monte Fuscaldo è la punta più alta della dorsale che si eleva nel Marchesato crotonese e che funge contemporaneamente da spartiacque fra le valli dei fiumi Tacina e Neto e tra le montagne della Sila ed il mare jonio. La vetta raggiunge un’altezza di 565 mt e con la sua imponenza sembra voler proteggere la storica cittadina di Santa Severina ed il suo antico castello. Tutta la dorsale è caratterizzata da pendici solcate da valli e canyon delimitate da ripide pareti di arenaria scavate da profonde incisioni di origine eolica che offrono la possibilità di nidificare a numerose specie di uccelli rapaci, alcuni dei quali molto rari e in via di estinzione sul territorio nazionale quali il Capovaccaio (Neophron percnopterus), il Nibbio reale (Milvus migrans) ed il Gufo reale. Per questo motivo l’area, che ha un’estensione di circa 2.500 ha, è stata inserita nell’elenco dei Siti d’Importanza Comunitaria (SIC) della rete Natura 2000. La vegetazione è la classica macchia mediterranea, con parti a bosco e parti a gariga, a seconda delle condizioni edafiche, orografiche e microclimatiche. Tra le specie più diffuse si trova il lentisco, il mirto, la fillirea, l’alaterno, il corbezzolo associati spesso al biancospino, al perastro, al prugnolo e all’olivastro. Bellissime e rare alcune aree allo stadio climax, tra cui la spettacolare Valle Niffi, dove predomina il querceto, formato prevalentemente da Lecci e Roverelle. Presente anche la quercia da sughero, un tempo molto diffusa, è rappresentata da pochi esemplari. La macchia mediterranea è inframezzata da molti uliveti. Numerosi anche i siti archeologici sparsi in tutta l’area databili dall’età protostorica fino al basso medioevo; siti che testimoniano un grande interesse delle popolazioni del marchesato per quest’area sia per motivi economici che militari e religiosi.


Programma per gli accompagnatori

Per questa nostra prima edizione abbiamo pensato che onda d’urto deve essere una giornata di festa anche per le vostre famiglie.
Assolutamente da non perdere è la visita guidata al bellissimo Castello, al Museo Diocesano, al Battistero e alla Cattedrale della durata complessiva di circa 3 ore, con inizio alle ore 10.30.
Prezzo speciale del biglietto per gli accompagnatori € 3,50, da prenotare al mattino presso lo stand dell’organizzazione.

In piazza, inoltre, grazie alla collaborazione della Coldiretti si potranno degustare ed acquistare i nostri prodotti tipici.


I bikers con le famiglie a fine escursione potranno pranzare presso l’azienda agrituristica “Le Puzelle”.

A fine pranzo, circa 15.3016.00, anche i bikers che sono interessati a non perdere l’importante e unica visita guidata esposta sopra potranno usufruirne con una durata ridotta di circa un’ora al costo di soli € 2,00 sempre da prenotare al mattino durante l’iscrizione.
Info Castello www.comune.santaseverina.kr.it


La formula proposta rimane:
€ 5.00 per l’iscrizione,
€ 15.00 per il pranzo.

Menù

  • Antipasto di prodotti tipici.

  • Cavatelli al ragù di porcini e salsiccia.

  • Cosciotto di maiale al forno con contorno di patate al rosmarino.

  • Frutta di stagione.

  • Vino, digestivo, caffè.

  • Buffet di dolci offerto dalla rinomata Pasticceria Morabito di Crotone.




Gli accompagnatori potranno aggregarsi al pranzo con un contributo di 15,00 euro, come da protocollo Onda d'Urto sarà accettato il versamento prima della partenza purché l'adesione sia assicurata entro le ore 12.00 della giornata di sabato.
Precisiamo che la nostra richiesta ha esclusivamente lo scopo di garantire a tutti i partecipanti la sicurezza di godere dei servizi offerti.

RICORDIAMO che l'uso del casco è indispensabile, deve essere mantenuto correttamente posizionato e allacciato per l’intera durata dell’escursione, con la sola esclusione delle pause, ogni biker deve essere autonomo per eventuali rotture, quindi vi consigliamo di portare almeno un kit di riparazione. Rammentiamo che l’organizzazione declina ogni responsabilità per eventuali danni a cose e persone durante la manifestazione.
Per i minorenni, che sono i benvenuti, si farà garante colui che esercita la patria podestà. Durante l'attraversamento di strade comunali e provinciali è indispensabile il rispetto del codice della strada. Le escursioni non sono gare e qualunque forma di agonismo, è vietata. Chi aderisce alle escursioni in programma dichiara di essere cosciente dell'impegno fisico e dei rischi che l'attività del “ciclo escursionismo” comporta e di essere consapevole che, per partecipare a questa attività, è necessario possedere: idonea attrezzatura ed equipaggiamento; adeguata preparazione atletica al fine di superare lunghezza e dislivello previsti; capacità tecniche sufficienti per affrontare le difficoltà indicate per ogni singola uscita. L’organizzazione potrà variare il percorso in programma o annullare l’escursione qualora le condizioni dei partecipanti, quelle atmosferiche o del percorso stesso non fossero ritenute favorevoli. Sono assolutamente da escludere le iniziative personali: chi si discosta dal gruppo di propria iniziativa, non segue le indicazioni, non osserva le presenti disposizioni verrà considerato automaticamente escluso dall’escursione assumendosi ogni responsabilità conseguente. Sottoscrivendo ed inviando il modulo di iscrizione il partecipante dichiara di essere in possesso di certificato di idoneità alla pratica sportiva, di aver preso visione del presente regolamento e di esprime il consenso dell’utilizzo dei dati, giusto il disposto D.Lgs. 196/03 (Testo Unico Privacy).
Il presente regolamento può essere modificato a discrezione della società organizzatrice. Tutte le modifiche verranno comunicate tempestivamente sul sito ufficiale www.ondadurto.info .

Alberghi convenzionati:
- Le Puzelle di Santa Severina, tel.0962.51004
- Le Giarre Roccabernarda (20 euro più prima colazione, www.legiarre.com)
- Resor Villa Maria (60 euro la doppia con prima colazione, 40 la singola, www.resortvillamaria.it)
- Il Querceto, Santa Severina

Per ulteriori informazioni contattare Giovanni al numero 338.6573131


Girifalco e Squillace, 27 ottobre 2013



Il percorso avrà una lunghezza complessiva di 35 Km, di cui il 90% su strade sterrate.
Dopo l’iscrizione in presso il Campo Sportivo di Girifalco e i convenevoli saluti tra tutti gli amici presenti si andrà a fare colazione al bar,per poi partire facendosi un giro nel paese passando dai “Pioppi Vecchi”.
Procedendo si arriverà in zona “Toco”. Il Toco è situato a circa 400 m s.l.m. a 1, 5 Km dal paese di Girifalco al centro dell'Istmo di Catanzaro, il punto più stretto della Calabria e della penisola italiana, detto terra dei Due mari in quanto lambito da mar Ionio e mar Tirreno. Infatti da Monte Covello è possibile ammirare entrambi i due mari e “Caria” dove è considerata un’area archeologica importante,in quanto è stata rinvenuta una necropoli risalente al Neolitico superiore. Con una parte del museo Nazionale di Reggio Calabria dedicato ad alcuni reperti archeologici del luogo.
Per poi passare in località “judice mare” per poi arrivare a Squillace con arrivo a Piazza Duomo per poi visitare il “Castello”.
Poi si scenderà passando per “Ponte Ghetterello (Detto ponte del Diavolo-o delle Streghe) dove si passerà a piedi a due alla volta per evitare di danneggiarlo.
Proseguendo per il “Promontorio”(zona pigna) contrada “Cannavù” e rientro da dove si andrà al ristorante.
Sul tracciato saranno presenti i cartelli che indicheranno:
* Frecce del bivio da prendere.
* Nastri bicolori.


Ritrovo c/o Campo Sportivo, Girifalco, alle ore 7.30 per iscrizioni e prima colazione.
Partenza per la tappa alle ore 8.45.
Alle ore 11.00 circa arrivo in Piazza Duomo di Squillace dove è previsto un buffet di ristoro e la visita al Castello.
Rientro previsto a Girifalco alle ore 13.30 circa.

Quote di partecipazione: 5€ per il giro in bici, più 15€ per il pranzo.

Il pranzo sarà presso il ristorante Parco di Monte Covello, a poca distanza dal punto di raduno, raggiungibile in auto.

Per gli accompagnatori dei bikers è prevista una escursione a piedi con Lega Ambiente.

Per eventuali pernottamenti contattare Giuseppe (giuseppe.olivadese@hotmail.it, cell.: 3291670637)

I partecipanti possono anche provvedere al pagamento delle quote utilizzando il seguente IBAN IT63N0760104400001006254682 (Associazione Girifalco in bici), snellendo le normali procedure. Resta salva la possibilità di effettuare il pagamento al momento della conferma dell'iscrizione la mattina della tappa.

Per gli accompagnatori è prevista l'escursione a piedi con le guide di Legambiente, gratuitamente. Si raccomanda un abbigliamento adeguato con scarpe da trekking o da tennis.
Resta salva la possibilità del pranzo assieme ai bikers al costo di 15€.








RICORDIAMO che l'uso del casco è indispensabile, deve essere mantenuto correttamente posizionato e allacciato per l’intera durata dell’escursione, con la sola esclusione delle pause, ogni biker deve essere autonomo per eventuali rotture, quindi vi consigliamo di portare almeno un kit di riparazione. Rammentiamo che l’organizzazione declina ogni responsabilità per eventuali danni a cose e persone durante la manifestazione.
Per i minorenni, che sono i benvenuti, si farà garante colui che esercita la patria podestà. Durante l'attraversamento di strade comunali e provinciali è indispensabile il rispetto del codice della strada. Le escursioni non sono gare e qualunque forma di agonismo, è vietata. Chi aderisce alle escursioni in programma dichiara di essere cosciente dell'impegno fisico e dei rischi che l'attività del “ciclo escursionismo” comporta e di essere consapevole che, per partecipare a questa attività, è necessario possedere: idonea attrezzatura ed equipaggiamento; adeguata preparazione atletica al fine di superare lunghezza e dislivello previsti; capacità tecniche sufficienti per affrontare le difficoltà indicate per ogni singola uscita. L’organizzazione potrà variare il percorso in programma o annullare l’escursione qualora le condizioni dei partecipanti, quelle atmosferiche o del percorso stesso non fossero ritenute favorevoli. Sono assolutamente da escludere le iniziative personali: chi si discosta dal gruppo di propria iniziativa, non segue le indicazioni, non osserva le presenti disposizioni verrà considerato automaticamente escluso dall’escursione assumendosi ogni responsabilità conseguente. Sottoscrivendo ed inviando il modulo di iscrizione il partecipante dichiara di essere in possesso di certificato di idoneità alla pratica sportiva, di aver preso visione del presente regolamento e di esprime il consenso dell’utilizzo dei dati, giusto il disposto D.Lgs. 196/03 (Testo Unico Privacy).
Il presente regolamento può essere modificato a discrezione della società organizzatrice.
Tutte le modifiche verranno comunicate tempestivamente sul sito ufficiale www.ondadurto.info
Meteo Calabria