Ti trovi in: Home Page  \ Tappe
Le tappe della stagione 2014 di ONDA D'URTO.
Per ogni tappa, in prossimità della data dell'evento, sarà possibile pre-iscriversi tramite la scheda da compilare direttamente on line.
L’associazione sportiva dilettantistica ASD SORGENTE – ALBANO LAZIALE - GRUPPO MTB CALABRIA, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Grotteria (R.C.), organizza per domenica 30 MARZO 2014 il primo raduno dell’anno: "Onda d’urto - Grotteria e le sue contrade”, escursione in mountain bike attraversando diverse contrade di Grotteria e le cittadine di Mammola e Gioiosa Jonica (R.C.)

Il raduno ha carattere ricreativo – escursionistico, non competitivo, ed è aperto a tutti i bikers che amano la natura, senza obbligo di iscrizione a Enti della consulta e FCI.
Il percorso avrà una lunghezza complessiva di circa 36 Km, di media difficoltà, il 60% su strade sterrate.
La partenza avverrà dalla piazza del Comune di Grotteria, si percorreranno dei sentieri che condurranno verso alcune contrade. Da Mormora, salita collinare, alle contrade di Maida e Rùvari percorrendo un tratto della vecchia ferrovia, sino al sito del “MuSaBa” il parco museo laboratorio si sviluppa attorno ai resti di un antico complesso monastico del X secolo, trasformato nella sede della Santa Barbara Art Foundation, dove, un scultura raffigurante una enorme lucertola ostacolerà il cammino. Centro abitato di Mammola, una pista a seguire sarà imboccata per raggiungere la chiesa della Madonna di S. Maria della contrada Farri. Un’altra pista fra gli ulivi verso la contrada di Ricciardo, S.Stefano e la discesa in direzione di Bombaconi.
Dopo aver attraversato il ponte sulla fiumara del Torbido si entrerà nella ridente cittadina di Gioiosa Jonica; dove per l’occasione l’Amministrazione Comunale ha disposto l’apertura, del sito archeologico della “Villa Romana del Naniglio” risalente al I° e II° sec. D.C.
Si riprenderà a pedalare per giungere al bar GATTO dove sarà offerto un piacevole aperitivo a tutti i partecipanti.
Attraversato il centro abitato del Comune di Gioiosa Jonica, caratterizzato dal mercato domenicale, la strada risalirà verso la collina per poi ridiscendere, fra colture di ulivi e filari di querce secolari. Le contrade Merulli e di S.Antonio, lungo la strada che era la sede della vecchia ferrovia, in parte asfaltata e sterrata per risalire verso Grotteria, in un dedalo di viuzze del centro storico, caratterizzato dalla presenza di antichi portali e di vecchie fontane del popolo, fino alla piazza del Comune.
Parteciperà al raduno anche il famoso ciclista professionista “Roberto Sgambelluri”
Il tracciato è segnalato da alcune frecce che indicano ai bivi la strada da prendere, e dai nastri bicolori rosso/bianco. Lo Staff organizzatore indosserà dei gilet gialli.


Programma:
Domenica 30 marzo
ore 7:30 ritrovo, iscrizioni e colazione presso piazza Municipio di Grotteria
ore 9:00 partenza escursione
ora 10:00 Transito (Km 10,9) da Mammola
ora 10:45 Sosta: (Km 23) Gioiosa Jonica visita alla “Villa Romana del Naviglio
ora 11:15 Sosta: (Km 24) Bar Gatto aperitivo
ora 12:00 Transito Gioiosa Jonica
Nota: le varie soste avranno prevedibilmente la durata di circa 30 minuti. Per tale occasione suggeriamo di arrivare forniti di indumenti di protezione onde evitare possibili raffreddamenti.
ore 13:00 (Km 34) rientro a Grotteria

Iscrizione e quota di partecipazione
L’iscrizione avviene mediante compilazione della scheda di iscrizione reperibile sul sito www.ondadurto.info entro sabato 29 marzo alle ore 12,00.
Il contributo di partecipazione è di € 5,00 + 15,00 € per pranzo

1° colazione c/o il bar del ristorante “Il ritrovo Dei Picari” di Grotteria, dalle ore 7:30 alle 8:50
Il pranzo sarà deliziato dalla cucina tipica del ristorante

Gli accompagnatori potranno aggregarsi al pranzo con un contributo di 15,00 €.
Come da protocollo Onda d'Urto sarà accettato il versamento prima della partenza purché l'adesione sia assicurata entro le ore 12.00 della giornata di sabato.
Precisiamo che la nostra richiesta ha esclusivamente lo scopo di garantire a tutti i partecipanti la sicurezza di godere dei servizi offerti.

Programma per gli accompagnatori:
Nella giornata di domenica, successivamente alla partenza, sarà possibile raggiungere con auto propria la località di Gioiosa Jonica per una visita sia al sito archeologico della “Villa romana del Naviglio” e alle bancarelle del mercato domenicale. Oppure la visita al museo MuSaBa percorrendo la strada per Mammola, previo pagamento di un contributo d’ingresso (€ 5,00).

Note
Si raccomandano: buona preparazione fisica, sul percorso le autovetture a seguito provvederanno al rifornimento d’acqua, mountain bike in perfetto stato, casco omologato obbligatorio, mantellina anti-pioggia, kit minimo per riparazione guasti più frequenti (forature e rottura catena), rispetto totale della natura e del codice della strada nei tratti di trasferimento su strade aperte al traffico. Raccomandiamo a tutti di utilizzare i contenitori presenti nelle varie località e/o consegnare i rifiuti alle autovetture di sostegno.
In caso di avverse condizioni meteo l'organizzazione si riserva di modificare il percorso o annullare la manifestazione.
Con l’iscrizione il concorrente rinuncia a far valere qualsiasi diritto, anche di terzi, nei confronti dell’Associazione Organizzatrice e di tutti i soggetti fisici e giuridici di altre organizzazioni coinvolti nell’evento.
Sottoscrivendo ed inviando il modulo di iscrizione il partecipante dichiara di essere in possesso di certificato di idoneità alla pratica sportiva, di aver preso visione del presente regolamento e di esprime il consenso dell’utilizzo dei dati, giusto il disposto D.Lgs. 196/03 (Testo Unico Privacy). Il presente regolamento può essere modificato a discrezione della società organizzatrice.
Tutti le modifiche verranno comunicate tempestivamente sul sito ufficiale www.ondadurto.info

Disponibilità di pernottamento c/o il Bed & Breakfast “La Vecchia Stazione” di Gioiosa Jonica (https://www.facebook.com/beb.lavecchiastazione)
- camera singola 25 €
- camera doppia 40 €

Come arrivare:
Dalla S.S. 106 provenienti da Catanzaro e/o Reggio Calabria proseguire sulla S.G.C. uscire allo svincolo per Gioiosa Jonica al secondo semaforo svoltare a sx e svoltare alla prima a sx seguire le indicazioni stradali per la S.S. 501 per giungere a Grotteria.
Dall’A3 uscita Rosarno e proseguire per Gioiosa Jonica sulla S.G.C. uscire allo svincolo per Gioiosa Jonica al secondo semaforo proseguire a sx e svoltare alla prima a sx seguire le indicazioni stradali per la S.S. 501 per giungere a Grotteria.

Il Bed & Breakfast “La Vecchia Stazione” di Gioiosa Jonica al secondo semaforo svoltare a sx e dopo circa 50 mt (si trova sulla dx)
Per altre informazioni: 3403281512



Il gruppo "Rossano Verso Sud" ed il gruppo "MTB Rossano", in collaborazione con CICLI Sapia con il patrocinio dell' Assessorato al Turismo del Comune di Rossano (C.S.), organizza per domenica 27 APRILE 2014 il secondo raduno dell’anno: "Onda d’urto - Rossano sentieri bizzantini”, escursione in mountain bike attraversando diverse contrade di Rossano e vari ambienti che il suo variegato territorio offre quali le fiumare, il litorale, le colline ed il suo suggestivo centro storico.

Il raduno ha carattere ricreativo – escursionistico, non competitivo, ed è aperto a tutti i bikers che amano la natura, senza obbligo di iscrizione a Enti della consulta e FCI.

Il percorso avrà una lunghezza complessiva di circa 42 Km, di media difficoltà, il 60% su strade sterrate.

La partenza avrà luogo presso il Ristorante - B&B Le Macine, sito in Via G. Casciaro, contrada Donnanna di Rossano Scalo, dal quale si procederà verso ovest alla volta della contrada Petraro superata la quale si attraverseranno tratti di diverse fiumare, il più lungo del quale corre lungo l'argine sinistro della Fiumara Cino che segna il confine ad ovest dei Comuni di Rossano e Corigliano, sino alla sua foce dalla quale si procederà lungo la costa su un sentiero dal fondo pietroso a tratti piuttosto tecnico. Si proseguirà lungo il litorale verso est fino a raggiungere lido Sant'Angelo, principale località balneare del Comune di Rossano dove attraversato un tratto del suo lungomare si procede verso sud attraversando il Campeggio Marina di Rossano dove verrà allestito il punto di ristoro. Da qui si proseguirà con l'attraversamento di parte dell'abitato di Rossano Scalo alla volta di contrada Santa Caterina dalla quale si procede su una lunga e graduale salita prima su sterrato e successivamente su asfalto a giungere al Valico della Santa Croce posto a 315 m s.l.m. in cima al quale è situata una cappella votiva.

Da qui, se le condizioni meteo lo permetteranno, si potrà ammirare il panorama del golfo di Sibari sovrastato dalla Catena del Pollino, nonché una suggestiva prospettiva del cento storico di Rossano con le sue caratteristiche "timpe" rosse.

Si procederà quindi su strada asfaltata alla volta del centro storico dove sarà prevista una breve sosta presso l'antica chiesa bizantina di San Marco risalente al 900 d.c. dove una guida turistica fornirà ai bikers cenni storici su Rossano ed il suo territorio. Successivamente il percorso si snoderà per l'antico borgo attraversando i suoi siti più rappresentativi e ne uscirà attraversando l'antica Porta dell'Acqua in direzione di Rossano Scalo fino a raggiungere il B&B Le Macine dove è previsto il pranzo che concluderà la manifestazione.

PROGRAMMA DETTAGLIATO

Iscrizione e quota di partecipazione
L’iscrizione avviene mediante compilazione della scheda di iscrizione reperibile sul sito www.ondadurto.info entro sabato 26 aprile alle ore 12,00.
Il contributo di partecipazione è di € 5,00 + 15,00 € per pranzo
1° colazione c/o il bar del ristorante “B&B Le Macine” di Rossano Scalo, dalle ore 7:30 alle 8:50 dove e previsto anche il pranzo di fine giro.
Gli accompagnatori potranno aggregarsi al pranzo con un contributo di 15,00 €.
Come da protocollo Onda d'Urto sarà accettato il versamento prima della partenza purché l'adesione sia assicurata entro le ore 12.00 della giornata di sabato.

Precisiamo che la nostra richiesta ha esclusivamente lo scopo di garantire a tutti i partecipanti la sicurezza di godere dei servizi offerti.

Programma per gli accompagnatori:
Agli accompagnatori sarà offerta l'opportunità di effettuare una visita guidate al centro storico
SEGUIRANNO ULTERIORI DETTAGLI


Note
Si raccomandano: buona preparazione fisica, sul percorso le autovetture a seguito provvederanno al rifornimento d’acqua, mountain bike in perfetto stato, casco omologato obbligatorio, mantellina anti-pioggia, kit minimo per riparazione guasti più frequenti (forature e rottura catena), rispetto totale della natura e del codice della strada nei tratti di trasferimento su strade aperte al traffico. Raccomandiamo a tutti di utilizzare i contenitori presenti nelle varie località e/o consegnare i rifiuti alle autovetture di sostegno.
In caso di avverse condizioni meteo l'organizzazione si riserva di modificare il percorso o annullare la manifestazione.
Con l’iscrizione il concorrente rinuncia a far valere qualsiasi diritto, anche di terzi, nei confronti dell’Associazione Organizzatrice e di tutti i soggetti fisici e giuridici di altre organizzazioni coinvolti nell’evento.
Sottoscrivendo ed inviando il modulo di iscrizione il partecipante dichiara di essere in possesso di certificato di idoneità alla pratica sportiva, di aver preso visione del presente regolamento e di esprime il consenso dell’utilizzo dei dati, giusto il disposto D.Lgs. 196/03 (Testo Unico Privacy). Il presente regolamento può essere modificato a discrezione della società organizzatrice.

Tutte le modifiche verranno comunicate tempestivamente sul sito ufficiale www.ondadurto.info

STRUTTURE RICETTIVE
Bed and Breakfast A Casa di Maria - www.acasadimaria.it
Bed and Breakfast Morus Alba - www.morusalba.it
Bed and Breakfast Pathirion - http://www.bbpathirion.it
Bed and Breakfast La Terrazza - www.laterrazzabeb.com
Tenuta Terra Rossano - www.tenutaterrarossa.it
Ristorante Pizzeria Bed and Breakfast Le Macine - www.lemacinerossano.it

Domenica 18 maggio 2014
La via dei Castelli, sulle orme degli antichi Greci.
Condofuri, dalle ore 7.30

LUNGO LA VIA DEI CASTELLI SEGUENDO LE ORME DEGLI ANTICHI GRECI….


Condofuri
Nell’estrema punta meridionale della Calabria, adagiato ai piedi del Monte Scafi e cullato dalla fiumara dell’Amendolea, intriso del profumo di zagara e gelsomino, baciato dal sole e dal mitico mare Jonio, nei pressi dell’antica Peripoli, sorge Condofuri, Isola linguistica grecanica. Condofuri (Dal dialetto greco-calabro: Kontofyria, vicino al forte) è un comune italiano di 5.006 abitanti della provincia di Reggio Calabria. Nel cuore del comprensorio grecano calabrese, Condofuri comprende numerosi centri abitati, ciascuno con caratteristiche proprie. Fra questi spiccano Condofuri Marina, ridente centro sul mare dotato di parecchie strutture turistiche e il "paese", nucleo urbano primo e sede del Comune, che si trova a 13 km dal mare e si raggiunge attraverso la strada provinciale. L'interesse del visitatore, oltre che per il meraviglioso mare, è comunque maggiore per le frazioni Gallicianò e Amendolea. A Gallicianò, "il paese più greco d'Italia", definito "l'Acropoli della Magna Grecia", si arriva attraverso un "dromo", un percorso caratterizzato da curve e strapiombi. Si giunge alle prime case, "vucita", povere, di cartone, e subito dopo qualche chilometro al Centro, che appare all'improvviso. A Gallicianò ancora si parla perfettamente il greco antico, gli usi e i costumi sono direttamente figli dell’antica cultura greca, che predominava in questa zona della Calabria. Non tutto però è greco a Gallicianò, pregevole è pure la chiesa, con una statua del XVI Sec. e due fonti battesimali risalenti al 1508 e al 1683. La frazione Amendolea, anch'essa culturalmente greca, si trova in posizione geografica straordinaria e vi si respira ancora un'atmosfera medioevale. In posizione dominante sulla valle dell’Amendolea, a 358 m s.l.m. e a 8 km dalla costa jonica, sorge il castello normanno che si articola su una rupe. Edificato proprio dai Normanni nel XII secolo, il rudere si presenta con un muro di cinta che delimita uno spazio di ingresso di forma parallelepipeda da cui si accede ad una zona residenziale; di questa rimane una sala rettangolare con alte pareti e finestre ad arco e muri intervallati da piccole torri che hanno lungo il perimetro feritoie e merli che si adattano al ciglio roccioso. All’esterno del castello si trovano tre piccole chiese conservate allo stato di rudere: S. Caterina (XIII sec.), S. Sebastiano (XV sec.) e S. Nicola (XI sec.). In quest’ultimo edificio si conservano importanti testimonianze pittoriche di tradizione bizantina (sec. XII). Amendolea è un luogo di grande fascino: per la presenza del borgo e del castello, per lo straordinario spettacolo offerto dalla fiumara, per le tradizioni che ancora si riescono, sebbene a fatica, conservare e tramandare.

Bova
Inserito fra i cento più belli d’Italia, con le strette viuzze, le vecchie case e i palazzi nobiliari, le innumerevoli chiese e i resti del castello, è il più importante centro della Calabria Grecanica. Il castello dell’antico borgo di Bova, in parte scavato nella roccia, risale al secolo XI e sorge sulla cima del Monte Rotondo, in posizione egemone sulla sottostante vallata. Le poche tracce che rimangono della struttura originaria non sono sufficienti per ricostruire lo sviluppo planimetrico della pianta e nemmeno per datare e riconoscere le successive fasi costruttive di tutto l’impianto. Le fonti descrivono un imponente castello fondato in epoca normanna e potenziato nel 1494 dagli Aragonesi.


Il percorso
Il percorso si svilupperà tra i Comuni di Condofuri e Bova passando dalla località Armaconi, Manguso, Briga e Tefani, attraversando i Castelli di Bova e Amendolea, con arrivo a Condofuri in località Arangea. Avrà una distanza di circa 31,8 Km, con una pendenza max di 36,8% e una pendenza media del 7,9% - 8,8 %. Tempi di percorrenza, comprensive di soste e visite a luoghi di interesse, circa cinque ore. La partenza sarà a Condofuri Marina, in Via Madonna della Pace, dove, fra l’altro, c’è ampia disponibilità di parcheggio. La prima fase del percorso sarà tutta sull’asfalto, in particolar modo, si imboccherà il Viale Peripoli e si percorrerà per circa 400 mt. Si svolterà a sinistra e si percorrerà Via Bandiera per circa 1 km. Dopo un breve tratto di salita e la discesa verso la frazione Santa Lucia si imboccherà la strada provinciale per Condofuri, la si percorrerà per circa 6 km, costeggiando la Fiumara dell’Amendolea, per poi attraversare il ponte e svoltare, dopo circa 500 mt, a destra per percorrere la strada sterrata, tra vecchie mura e casali, che conduce a Bova attraversando le località di Armaconi, Manguso, Briga. Al termine della salita, breve sosta nell’antico borgo Bova, inserito fra i cento più belli d’Italia, dove visiteremo il Castello e molti altri luoghi d’interesse. Successivamente, terminata la visita, dopo un breve tratto di salita, si svolterà a sinistra e dopo circa 6/7 km di discesa impegnativa, un misto fra asfalto e sterrato, dove sarà possibile fermarsi ed ammirare il panorama magnifico della vallata dell’Amendolea, si raggiungerà il Castello Ruffo dove sarà prevista una breve sosta per recuperare le forze con relativo buffet a base di prodotti tipici locali quali: la Lestopitta, ricotta, formaggio pecorino, salumi e vini locali ecc., accompagnati da musica della tradizione Greco-Calabra. In questa fase, sarà anche possibile visitare il castello e le tre piccole chiese situate all’esterno. Subito dopo, terminata la sosta, discesa verso valle, dove si imboccherà la fiumara dell’Amendolea, per percorrerla per circa 1 km, per poi svoltare a destra, direzione San Carlo, dove potremo ammirare una Torre a forma di tronco di piramide risalente al periodo medievale. A questo punto, imboccheremo la strada Provinciale, questa volta in discesa e, dopo circa 4 Km, svolteremo a destra per la frazione Santa Lucia e, da qui, percorreremo circa 2 km di salita per poi svoltare a destra all’incrocio per contrada Pietra. Dopo 3 km di salita su asfalto si raggiungerà Pietra e, da qui, svolteremo a sinistra e percorrrendo circa 2 km, fra salite e discese su strada sterrata giungeremo in località Arangea, dove sarà previsto l’arrivo e il pranzo presso l’Agriturismo “Il Mandorlo” dove potremo rigenerarci con i buoni prodotti culinari della zona.
Aspetti di interesse naturalistico, ambientale, storico, ecc.
Faremo una tranquilla escursione cicloturistica alla scoperta dei prodotti, dei monumenti e delle bellezze naturalistiche nel nostro territorio, visitando le botteghe degli artigiani e le aziende che fanno continuare a vivere le tradizioni nella nostra terra.

Difficoltà del percorso
Percorso medio/difficile dedicato a biker con un buon allenamento, non presenta particolari difficoltà tecniche se non per alcuni tratti.

L’iscrizione è di 5€ per ogni partecipante.
Per chi volesse fermarsi per il pranzo post escursione il prezzo è di 15€.
E comprende il seguente menù:
ANTIPASTO-ricotta primo sale salumi
pane caldo con olio origano e peperoncino.
PRIMI- maccheroni al ragù,cuscusseddu con sugo bianco di pecora.
SECONDI-Carne di pecora,grigliata contorno.
Torta.


Riferimenti per chi volesse arrivare il giorno prima.

BED & BREAKFAST:

"VILLA VITTORIA"
CONDOFURI MARINA (RC) zona mare
via c. Pavese 7
Tel. 0965 58905 Tel. 0965 784919 Cell: 320 5729802

L'OLEANDRO BIANCO
Bed & Breakfast
CONDOFURI MARINA (RC)
contrada Straci - Cell: 349 3250720

Bed And Breakfast SHALOM
Strada Statale 106 14
Condofuri Marina (RC)
Telefoni:
328 8618120 (Cellulare)
348 8861779 (Cellulare)
0965 1870103 (Fax)

Agriturismo e B&B Il Bergamotto
Contrada Amendolea | 89030 CONDOFURI (RC)
Tel. Fisso: 0965 727213


RISTORANTI

Trattoria L'antica Ricetta
Via peripoli 8 o SS. 106 km 40, 89030 Condofuri Marina, Italia
+(39)3334557802

Al Bergamino Di Mafrici Italo
Via Tre Arie, Condofuri Marina, RC 89030
0965 784968

Ristorante Agorà
Condofuri Marina (RC)
Piazza Stazione - Tel. Fisso: 0965 784346


Si ringraziano le seguenti aziende.
La Sina Santa
Il Panettiere
Dolciart
Altomonte Vini
Agriturismo “il Mandorlo”
Punto Verde di F.Mafrica
Protezione Civile di Condofuri(Ass. Stella Maris)
Amm. Comunale di Bova
Amm. Comunale di Condofuri


Alla Scoperta Di Cirò e Della Antica Crimisa

L’Associazione A.S.D Cirò Mountainbike con il patrocinio del comune di Cirò Marina-Cirò Superiore, Giorno 22 giugno 2014 presenta il primo raduno di mtb regionale,Onda D’urto- Alla Scoperta Dell’Antica Crimisa.

Programma :
Raduno h.07:30 presso area portuale Cirò Marina ove verrà offerta una colazione e manutenzione bici gratuita
Apertura iscrizione h. 7:30
quota partecipazione € 5,00 + 15,00 pranzo
L’iscrizione avviene mediante compilazione della scheda di iscrizione reperibile sul sito www.ondadurto.info entro sabato 21 giugno alle ore 12,00.
Partenza ore 09:00
(si precisa la puntualità nel rispetto degli altri) Al rientro dell’escursione pranzo,presso Complesso Balneare “Baia de Punta”
(per gli accompagnatori la quota è di 15€ menu bimbi 10€)
A fine escursione servizio BIKE WASH e servizio docce gratuito

Per coloro che volessero portare anche amici e parenti è prevista una gita itinerante di musei, visite di luoghi storici e perchè no la possibilità di passare una giornata al mare con servizio spiaggia.

Possibilità di pernottamento la sera di sabato 21 giugno, presso B&B convenzionati. Info 339.20.23.380

Descrizione del Percorso:
Partenza dal luogo di ritrovo percorrendo un tratto di asfalto per circa 6km, da qui ci immergiamo in un tratto di fuoristrada misto, fra stradine di campagne e sterrati, attraversando i mitici vigneti del CIRO’ fino ad arrivare su in cima alla Piazza della Cittadella Medievale Cirotana dove verrà allestito un punto ristoro.
Visita con guida, delle Chiese storiche e del Museo di Luigi Lilios ( il fondatore del calendario gregoriano),dopo di ciò si percorrono i vecchi vicoletti del centro storico (veramente suggestivi), fino ad imboccare una discesa in fuoristrada che ci porterà nella zona pianeggiante di cappella, da qui
percorriamo,sempre in fuoristrada, la zona di Solage arrivando sul promontorio di Marinella dove si potrà ammirare la splendida vista panoramica della Costa Jonica. Proseguiamo passando per il villaggio Volvito, verso La CANTINA SENATORE ove ci sarà la visita e un piccolo assaggio del famoso vino CIRO’.
Si procede con percorso misto fra fuoristrada e stradine di campagna, in direzione Madonna Del Mare con visita ai “Mercati Saraceni” ed al promontorio di Punta alice. Proseguendo sulla stessa marcia ci imbarchiamo verso la scoperta del tempio di APOLLO ALEO.
Si rientra nella zona di partenza attraversando la suggestiva pineta che costeggia la costa jonica .

Caratteristica:
Il percorso è per il 70% di sterrato 20% stradine di campagna 10% asfalto
Percorso complessivo circa 36km
Difficoltà atletica media, Difficoltà Tecnica Media

Note :
Si raccomandano: buona preparazione fisica, sul percorso le autovetture a seguito provvederanno al rifornimento d’acqua, mountain bike in perfetto stato, casco omologato obbligatorio, mantellina anti-pioggia, kit minimo per riparazione guasti più frequenti (forature e rottura catena), rispetto totale della natura e del codice della strada nei tratti di trasferimento su strade aperte al traffico. Raccomandiamo a tutti di utilizzare i contenitori presenti nelle varie località e/o consegnare i rifiuti alle autovetture di sostegno.
In caso di avverse condizioni meteo l'organizzazione si riserva di modificare il percorso o annullare la manifestazione.
Con l’iscrizione il concorrente rinuncia a far valere qualsiasi diritto, anche di terzi, nei confronti dell’Associazione Organizzatrice e di tutti i soggetti fisici e giuridici di altre organizzazioni coinvolti nell’evento.
Sottoscrivendo ed inviando il modulo di iscrizione il partecipante dichiara di essere in possesso di certificato di idoneità alla pratica sportiva, di aver preso visione del presente regolamento e di esprime il consenso dell’utilizzo dei dati, giusto il disposto D.Lgs. 196/03 (Testo Unico Privacy).
Il presente regolamento può essere modificato a discrezione della società organizzatrice.
Tutte le modifiche verranno comunicate tempestivamente sul sito ufficiale www.ondadurto.info

Responsabile P.R
A.S.D CiròMountainbike
Catullo Cataldo Mazzone

Il nome Sila deriva dal latino “Silva”, una foresta incantata, se guardate un po’ più in là del manubrio della vostra bici, potreste anche scorgere qualche Elfo, qualche Folletto… o un porcino :)

Programma:
Partiremo dal centro di Camigliatello, dalla piazzetta, ore 9.00 massima puntualità.
Ci immetteremo subito nel bosco di Fiuggi, una splendida faggeta chiusa e cupa, attraverso un bellissimo sentiero che costeggia il torrente “Sette Acque”, man mano che saliremo le pinete si sostituiranno alle faggete.
Arrivati ad una sbarra verde, una breve discesa, ma da percorrere con prudenza a causa dei canali scavati dall’acqua, ci condurrà nei pressi della Marina Militare, da lì arriveremo rapidamente al rifugio “Tasso”, all’arrivo delle piste da sci. Attraverseremo il piazzale di arrivo delle piste, ed imboccheremo uno splendido sentiero conosciuto come la “Foresta Incantata”, inizia con una ripida salita di circa un chilometro, la salita spianerà presto e avremo modo di goderci lo splendido bosco.
Usciremo nei pressi del soggiorno dell’Aeronautica Militare su Monte Scuro, saliremo all’ “Eliporto”, da dove è visibile un bel panorama della Valle del Crati, ed usciremo al Valico Di Monte Scuro 1630mt.
Imboccheremo la “Strada delle Vette”, ancora salita, questa volta su strada, fino a quota 1750mt, punto più alto della nostra escursione.
Nei pressi di Macchia Sacra ci fermeremo per un breve ristoro. Riprenderemo la Strada delle Vette per circa un altro chilometro, fino ad imboccare sulla nostra sinistra un sentiero che ci condurrà a Fallistro: inizia la nostra discesa ed il nostro rientro.
La discesa ha qualche ‘rampetta’ da affrontare con prudenza, troverete sassi, radici e scoli scavati dall’acque. A chi non è sicuro al 100% chiediamo di affrontare questi tratti a piedi… per tutti gli altri…. Enjoy! Godetevela!!!
Passeremo da Fallistro ed infine un altro sentiero, sempre in discesa, attraverso campi di patate ci condurrà nei pressi dell’Old Calabria… da qui un breve rientro nel centro di Camigliatello via strada.
Avremo modo di visitare tutti i paesaggi tipicamente Silani: faggete, pinete, vallate in fiore, e perché no: campi di patate!!
Sono circa 33Km e circa 1200 mt di dislivello cumulato.
PS. Portatevi i calzini di ricambio: attraverseremo diversi torrenti ;-)

Difficoltà atletica: medio/alta; difficoltà tecnica: medio/alta.

Al rientro seguirà il pranzo presso Ristorante La Pignanella, c.da Molarotta, partecipanti ed accompagnatori 15 euro. Il ristorante è a circa 3km dal centro di Camigliatello, direzione Lago Cecita, di fronte Centro AFOR Molarotta, chi vuole può anche parcheggiare direttamente presso il ristorante e raggiungere la partenza in bici.
Hotel convenzionati
Hotel Cozza (solo B&B) – www.hotelcozza.eu - +39.0984.578034
Hotel Meranda – www.hotelmeranda.it - +39.0984.578022
Hotel Sila – www.hotelsila.it - +39.0984.578484
Sistemazione B&B
- Doppia: 45 euro
- Tripla: 55 euro
- Quadrupla: 65 euro
Sistemazione Hotel mezza pensione:
- 45 euro/persona in camera doppia
- Riduzione 3 e 4 letto del 20%

Note:
Si raccomandano: buona preparazione fisica, sul percorso sono presenti numerose fontane per rifornimento acqua, mountain bike in perfetto stato, casco omologato obbligatorio, kit minimo per riparazione guasti più frequenti (forature e rottura catena), rispetto totale della natura e del codice della strada nei tratti di trasferimento su strade aperte al traffico.
In caso di condizioni meteo particolarmente avverse l'organizzazione si riserva di modificare il percorso o annullare la manifestazione.
Con l’iscrizione il concorrente rinuncia a far valere qualsiasi diritto, anche di terzi, nei confronti dell’Associazione Organizzatrice e di tutti i soggetti fisici e giuridici di altre organizzazioni coinvolti nell’evento.
Sottoscrivendo ed inviando il modulo di iscrizione il partecipante dichiara di essere in possesso di certificato di idoneità alla pratica sportiva, di aver preso visione del presente regolamento e di esprime il consenso dell’utilizzo dei dati, giusto il disposto D.Lgs. 196/03 (Testo Unico Privacy).
Il presente regolamento può essere modificato a discrezione della società organizzatrice.
Tutte le modifiche verranno comunicate tempestivamente sul sito ufficiale www.ondadurto.info

A.S.D Mountain Bike Sila





L’associazione Aspromontebike Ciclotrekking , all’interno dei raduni itineranti regionali di Onda d’Urto, presenta “ Le Cascate Forgiarelle” , sesta tappa della stagione 2014, che si svolgerà il 24 agosto a Gambarie , nel cuore del Parco Nazionale dell’AspromonteQuesta tappa prevede la visita a una delle più belle Cascate d’Aspromonte : la Cascata delle FORGIARELLE, formata dal torrente Ferraina e situata in una zona di riserva integrale del Parco Nazionale dell’Aspromonte, poco conosciuta e poco visitata.

Si tratta di un’escursione particolarmente impegnativa, sia per i tempi di pedalata che per le caratteristiche tecniche del percorso; sicuramente però la fatica di chi deciderà di partecipare, verrà ripagata dalla bellezza e dalla unicità dei luoghi attraversati.

Partiremo da Gambarie alla volta del laghetto Rumia percorrendo circa tre km di asfalto e ci immetteremo in uno sterrato abbastanza pedalabile ( circa 10 Km) in località Acqua della Face, immerso completamente nella faggeta del Monte Scirocco.
Ci immetteremo quindi sulla strada che va verso il Montalto, giunti in località Materazzelli inizieremo una discesa di circa 12 km che ci porterà al Casello Forestale di Canovai.
Là giunti, dopo un veloce ristoro inizieremo il percorso che ci porterà alle cascate in un tratto da percorrere a piedi.

Dopo la visita alle splendide Forgiarelle, in un panorama mozzafiato e con una rigogliosa e varia vegetazione (pini Larici querce faggi lecci ecc), ci dirigeremo verso la Porta Aposcipo, attraverseremo il ponte posto sul torrente omonimo e inizieremo la bella salita (sterrata circa 12 km ) di Menta Cavaliere ( da percorrere con attenzione per le caratteristiche tecniche del terreno e per la presenza di canaloni derivanti dall’erosione dell’acqua.
All’uscita dello sterrato ci immetteremo sulla strada ( circa 10 km) che ci condurrà a Gambarie, dove ci attenderà un appetitoso e ricco pranzo ristoratore.

PERCORSO:
45 Km ( 80% sterrato 20% strade di montagna) con difficoltà atletico- tecnica medo alta
Tempo di pedalata previsto : 6 ore -
escluse soste per visita cascata e ristoro stimate in 2 ore
TEMPO TOTALE DELL’ESCURSIONE : stimato 8 ore


PROGRAMMA :
Raduno ore 7,00 / 8,00 a Gambarie presso Hotel Centrale, con consumazione colazione a base di succhi di frutta e dolci
Iscrizioni e consegna pacco gadget ricordo

Partenza ore 8,30 – Poiché trattasi di un’escursione, lunga e impegnativa, si raccomanda la massima puntualità

Al rientro dell’escursione è previsto, per chi vorrà farlo, il pranzo con ricco menu a base di prodotti tipici di montagna, presso l’Hotel Centrale di Gambarie
quota partecipazione € 5,00 + 15,00 pranzo
pranzo accompagnatori € 15,00

L’iscrizione avviene mediante compilazione della scheda di iscrizione reperibile sul sito www.ondadurto.info entro sabato 23 agosto alle ore 12,00.

Note :
L’escursione è aperta a tutti, ma richiede un buon allenamento,
tenendo presente che si tratta di escursione abbastanza impegnativa

Si raccomandano:
buona preparazione fisica
spirito di gruppo , evitare azioni individuali e seguire le guide
mountain bike in perfetto stato,
casco omologato obbligatorio, mantellina anti-pioggia anti-vento,
kit minimo per riparazione piccoli guasti
prodotti energetici in base ciascuno alle proprie esigenze e abitudini
(presenti tre punti d’acqua sul percorso)
Ovviamente massimo rispetto della natura, attraverseremo zone di particolare bellezza a tutela integrale
e del codice della strada nei tratti di trasferimento su strade aperte al traffico.
Evitare di lasciare in giro i rifiuti

Con l’iscrizione il partecipante rinuncia a far valere qualsiasi diritto, anche di terzi, nei confronti dell’Associazione Organizzatrice e di tutti i soggetti fisici e giuridici di altre organizzazioni coinvolti nell’evento.
Sottoscrivendo ed inviando il modulo di iscrizione il partecipante dichiara di essere in possesso di certificato di idoneità alla pratica sportiva, di aver preso visione del presente regolamento e di esprime il consenso dell’utilizzo dei dati, giusto il disposto D.Lgs. 196/03 (Testo Unico Privacy).
In caso di avverse condizioni meteo l'organizzazione si riserva di modificare il percorso o annullare la manifestazione
Il presente regolamento può essere modificato a giudizio insindacabile degli organizzatori.
Tutte le eventuali modifiche verranno comunicate tempestivamente sul sito ufficiale www.ondadurto.info

L’iscrizione avviene mediante compilazione della scheda di iscrizione reperibile sul sito www.ondadurto.info entro sabato 23 agosto alle ore 12,00.


Chi volesse arrivare a Gambarie già dalla sera prima potrà usufruire di tariffe convenzionate:

Pernottamento presso Hotel Centrale – 0965 743133
(in camera doppia o tripla) : € 20,00 a persona
Mezza pensione (cena e pernottamento) € 40,00 a persona

Ciao a tutti e vi aspettiamo a Gambarie per vivere insieme a noi un’esperienza unica ed emozionante .


Ps : Si ringrazia l’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte e l’UTB (Ufficio Territoriale per la Biodiversità) per aver consentito l’accesso alla zona e per la sensibilità dimostrata.
Si ringraziano inoltre, anticipatamente, quanti stanno collaborando all’organizzazione della manifestazione.




ATTENZIONE: le iscrizioni per il PRANZO termineranno Venerdì 19/09/2014 alle ore 22.00


Quest’anno, dopo tre anni di pausa, l’ASD Tiriolo Free Bike, una delle società “fondatrici” di Onda d’urto, ha avuto l’opportunità di riorganizzare una tappa all’interno di Onda d’Urto per giorno 21 settembre 2014.

Aderendo alla linea che vuole dare una impronta culturale alle tappe, proporremo le visite all’Antiquarium comunale, al Museo del Costume, al Santuario di Porto e un giro nei centri storici di Tiriolo e Gimigliano.

Il giro, di circa 30 km., con difficoltà atletica medio-alta e difficoltà tecnica media, inizierà proprio con la visita all’Antiquarium Comunale, dove sarà possibile ammirare, tra gli altri reperti archeologici, la tomba monumentale Brettia (IV sec. A.C.) e la copia del celeberrimo Senatusconsultum De Bacchanalibus del 186 a.C., rinvenuto a Tiriolo nel 1640.


Si proseguirà con la visita all’adiacente Museo del Costume tradizionale calabrese, in cui sono esposti più di 40 abiti tradizionali calabresi (le famose “pacchiane”).

Poi si farà un giro nel Centro storico di Tiriolo, che è uno dei 10 più belli della Calabria, e si salirà su Monte Tiriolo (848 mt.s.l.m.) da dove sarà possibile ammirare (tempo permettendo) un panorama unico, con la vista contemporanea sui mari Jonio e Tirreno, volgendo lo sguardo sulle Serre, sulle isole Eolie, sulle prime propaggini della Sila, su Catanzaro e su mezza Calabria (nelle giornate particolarmente limpide si riesce a vedere persino l’Etna!). Si potranno ammirare anche i ruderi dell’antica fortezza bizantina, la grotta del Re Niliu, la Giudecca, ecc. ecc.


Una volta ridiscesi il giro percorrerà inizialmente la “Via dei Francesi”, per poi svoltare in direzione Gimigliano, paese mai visitato nelle nostre precedenti escursioni.
Il centro, di origini medievali, si trova tra la valle del fiume Corace e le prime propaggini della Sila catanzarese. È famoso soprattutto per il suo marmo verde, utilizzato per la realizzazione della gradinata della Chiesa del Gesù di Napoli, per i pavimenti della Reggia di Caserta, per il coro d’inverno e le nicchie della Basilica di San Giovanni in Laterano, per il piazzale centrale di San Pietroburgo ed in tantissime chiese e fabbricati di Catanzaro e del circondario.
Degna di essere menzionata è anche la Chiesa Madre di Gimigliano, nella quale è custodito il Quadro della Madonna di Porto, dipinto su tela del XVII secolo, incoronato e benedetto da Papa Paolo VI e papa Giovanni Paolo II. Diroccata dal terremoto nel 1783 fu ricostruita negli inizi del 1796. La facciata in stile rinascimentale, fu completata nel 1912; in essa spiccano le bellissime colonne monoliti di marmo rosa di Gimigliano e i portali dei finestroni e delle porte in marmo verde, sempre di Gimigliano.

Dopo un giro tra le vie e i suggestivi vicoletti del paese si proseguirà alla volta del Santuario della Madonna di Porto.
Il santuario, ubicato nella vallata del Corace e probabile sede di un antico porto fluviale, è stato inserito negli itinerari del Giubileo nel 2000. È il più grande santuario della zona ed è sede della Patrona della provincia di Catanzaro.

All’interno del nuovo santuario è riprodotta l’immagine della Madonna e dei “Quattro Evangelisti” in mosaico veneziano, il presbiterio decorato da artistici marmi, come il giallo di Siena, l’alicante di Spagna, l’onice dorato, il marmolit tedesco.
I lavori della nuova struttura diocesana ebbero inizio nel 1947. Da allora è continua meta di tantissimi fedeli che, oltre alla fede, approfittano dell’amena località per ricaricare anche lo spirito.

Si farà infine ritorno a Tiriolo riprendendo la parte finale della Via dei Francesi.

Per gli accompagnatori saranno previste delle visite guidate gratuite ai musei e nel centro storico di Tiriolo.


Al termine della tappa atleti e accompagnatori potranno pranzare presso l’agriturismo “Colle del Signore” al prezzo di 15 Euro a persona. L’agriturismo si trova in località “Fondaco”, sulla strada che da Tiriolo va in direzione San Pietro Apostolo, a circa 2 km dal paese.

Per arrivare a Tiriolo: Sia che si provenga dal Tirreno che dallo Jonio, bisogna imboccare la SS 280 dei Due Mari, uscire a Marcellinara e da lì seguire le indicazioni per Tiriolo.

È bene ricordare inoltre che, per la vostra sicurezza: L’uso del casco è indispensabile.
Esso deve essere mantenuto correttamente posizionato e allacciato per l’intera durata della escursione, con la sola esclusione delle pause.
Ogni biker deve essere autonomo per eventuali rotture quindi vi consigliamo di portare almeno un kit di riparazione.
• Rammentiamo che l’organizzazione declina ogni responsabilità per eventuali danni a cose e persone durante la manifestazione.
• Per i minorenni si farà garante colui che esercita la patria podestà.
• Durante l'attraversamento di strade comunali e provinciali è indispensabile il rispetto del codice della strada.
• Le escursioni non sono gare e qualunque forma di agonismo, è vietata.
• Chi aderisce alle escursioni in programma dichiara di essere cosciente dell'impegno fisico e dei rischi che l'attività del cicloescursionismo comporta e di essere consapevole che, per partecipare a questa attività, è necessario possedere: idonea attrezzatura ed equipaggiamento; adeguata preparazione atletica al fine di superare lunghezza e dislivello previsti; capacità tecniche sufficienti per affrontare le difficoltà indicate.
• L’organizzazione potrà variare il percorso in programma o annullare l’escursione qualora le
condizioni dei partecipanti, quelle atmosferiche o del percorso stesso non fossero ritenute favorevoli.
• Sono assolutamente da escludere le iniziative personali: chi si discosta dal gruppo di propria
iniziativa, non segue le indicazioni, non osserva le presenti disposizioni verrà considerato
automaticamente escluso dall’escursione.
• Tutti i partecipanti sono obbligati a prestare soccorso e comunque a collaborare in caso di necessità.




Iscrizioni sul sito www.ondadurto.info entro il 4 ottobre 2014
Meteo Calabria